Riprogramma la tua Mente ed esci da “Matrix”: 7 step per liberarti dai condizionamenti

Riprogramma la tua Mente ed esci da “Matrix”: 7 step per liberarti dai condizionamenti

- in Lifestyle, Spiritualità
839
0

Esiste un modo per riprogrammare la nostra mente e liberarci dai condizionamenti sociali? Uscire dalla trappola della “matrice” è possibile, ecco 7 tappe fondamentali.

Il tran tran quotidiano dell’uomo moderno segue uno schema fisso e quasi sempre uguale: ci si sveglia al mattino, ci si veste, si va a lavorare, si rientra a casa 6-8 ore dopo, ci si dedica ad un po’ di svago e relax e poi si va a letto. E l’indomani il ciclo ricomincia. Per la maggior parte delle persone questa è, a tutti gli effetti, la normalità, addirittura un modello di vita considerato salutare. Ma siamo davvero sicuri che sia così? È davvero il giusto modo di vivere o solamente una sorta di “programmazione mentale” che ci sta facendo sprecare tempo prezioso?

L’abitudine, la routine, le tradizioni e tutti i sistemi di credenze sviluppati nel corso dei secoli ci hanno fatto diventare degli automi che non godono appieno della vita. Tuttavia ci si può affrancare da questa “programmazione”, da questa lobotomia silenziosa. Il primo passo è rendersi consapevoli di tale condizione ed il secondo è quello di scegliere di cambiare. Come? Ecco 7 step per “riprogrammare” il cervello e sfuggire alla “matrice” nel quale siamo intrappolati sin dalla nascita.

1. Liberatevi dagli incatenamenti delle religioni. A causa della religione, o meglio, dell’uso errato che gli uomini fanno della religione, abbiamo guerre e sofferenza da oltre 2000 anni. I dogmi impediscono alle persone di utilizzare il proprio senso critico, di cercare la Verità poiché impongono ciò a cui credere ciecamente, oltre a stabilire arbitrariamente cosa è bene e cosa invece è male. La ricerca della Verità dovrebbe cominciare anzitutto dal recupero della propria individualità, iniziando il proprio personale cammino dentro di sé.

2. Non delegate la vostra felicità ad altri, dandogli potere. Non dobbiamo delegare la nostra vita a chi ha più potere, facendo ciò che l’autorità ci dice; dobbiamo invece imparare ad affidarci a noi stessi. Il sistema politico stesso è malato alla base: votiamo persone che sono a loro volta delle marionette manovrate, consapevolmente o meno, da autorità maggiori. Rompiamo questo “carosello”. Creiamo un cambiamento positivo nella nostra vita e nel mondo, smettendo di conferire potere ad altri e a ritenerli responsabili della nostra vita. Iniziamo a prenderci la responsabilità del nostro destino, nella nostra vita, della nostra storia.

3. Abbandonate il materialismo. Molte persone sono convinte che col denaro si possa acquistare tutto ciò che serve per essere felici. In parte può essere vero, nella misura in cui il denaro serve a soddisfare i bisogni primari, ma a parte ciò l’essere umano non ha bisogno di beni materiali ma di amore, amicizia e creatività. “Cose” che il denaro non può comprare. Se questo tipo di vita non ci piace investiamo del tempo per coltivare l’Amore dentro noi stessi, educhiamoci a liberarci del superfluo e del bisogno di oggetti che non ci servono. Prima dell’acquisto di un qualsiasi oggetto blocchiamoci e pensiamo: “Mi serve davvero? O è qualcos’altro di più profondo che mi manca?”. Spesso gli acquisti compulsivi sono l’espressione di un malessere interiore o dell’illusione di raggiungere la felicità tramite la possessione di nuovi oggetti. Pensiamo più spesso a questo aspetto.

4. Mangiate in maniera consapevole. Sappiamo esattamente cosa immettiamo nel nostro corpo? Non sempre. Spesso anzi, il cibo viene mandato giù senza coscienza, utilizzato come “valvola di sfogo” per la mancata espressione di emozioni e paure, non come nutrimento, ma solo come palliativo per riempire un vuoto. E questo non è alimentarsi.

5. Imparate a scegliere le fonti di informazione. Scegliete di spegnere la tv, di evitare i telegiornali: meno sensazionalismo, meno allarmismo non può che far bene alla salute. Riprogrammare la propria mente significa anche decidere cosa farvi entrare e cosa lasciare fuori. Cercate altre fonti di informazione e prediligete invece i libri: molte persone sagge hanno criticato il funzionamento della società offrendo le loro intuizioni riguardo i problemi della vita e su come poter contribuire a creare un mondo migliore. I libri possono aiutarci ad aprire gli occhi e migliorare la nostra esistenza, basta leggerli a cuore e mente aperti.

6. Distinguetevi. Ognuno di noi è diverso, irripetibile, unico. In una parola speciale. La società attuale però tende a sopprimere l’individualità sin da quando nasciamo, cerca di conformarci tutti. Veniamo condizionati a dubitare di noi stessi e quindi finiamo con l’uniformarci agli altri, per essere uguali a loro. La diversità spesso viene percepita come qualcosa di sbagliato, anomalo. Staccarsi dal “gregge” invece è un grande atto di volontà: ascoltiamo la nostra voce interiore e cominciamo a vivere la vita che desideriamo.

7. Siate consapevoli del momento presente. Quando si impara a vivere il “qui ed ora” non si è più vittime del passato o delle preoccupazioni del futuro. Esistono molte tecniche di meditazione che possono rivelarsi utili per sviluppare maggiore consapevolezza.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

4 tecniche per ricordarti delle tue vite passate

Le vite vissute prima di quest’ultima incarnazione possono