Dormi troppo poco? Ecco i sintomi a cui fare attenzione

180
riposo-notturno

L’autunno è spesso sinonimo di malessere e di umore non ottimale poiché può compromettere la qualità del riposo notturno. Ecco i segnali da tenere in considerazione per capire se non stiamo riposando bene e a sufficienza.

L’arrivo dell’autunno coincide con giornate sempre più brevi e luminosità sempre meno presente. Nella maggior parte dei casi il nostro corpo si adegua a questi mutamenti, ma vi sono dei casi in cui ciò è più problematico: alla fine a risultare compromesso è il riposo notturno. Ma quali sono i segnali che bisogna tenere in considerazione e che devono farci capire che non dedichiamo tempo sufficiente al riposo notturno?

Fame eccessiva

Quando non si dedica un giusto lasso di tempo al riposo notturno, uno dei primi sintomi è una fame eccessiva nel corso del giorno. Tale situazione è legata a questioni di natura ormonale: dormire troppo poco causa infatti delle problematiche al metabolismo, che si concretizzano, appunto, in un continua sensazione di bisogno di cibo.

Sbalzi d’umore

Una conseguenza nota dell’eccessiva privazione di sonno è un mutamento di quello che è il nostro stato d’animo. Ad esempio, ci si può ritrovare ad innervosirsi anche per cose che normalmente ci lascerebbero indifferenti. Altra conseguenza del dormire troppo poco è il ritrovarsi a non essere più capace di fare una scelta, magari anche banale. Il motivo di tale conseguenza è da ricercare nel fatto che dormire non fa riposare solo il fisico, ma anche la mente.

Sistema immunitario indebolito

E a proposito delle conseguenze che la privazione di sonno ha sul proprio fisico, va messo in risalto come il dormire poco alla fine va a indebolire anche il sistema immunitario. Tutto ciò alla fine si riverbera sulla vita di ogni giorno, perché ci si ritroverà a dover fare i conti con continue influenze e stati di malessere fisico.

riposo-notturno

Riflessi lenti

Il malessere del corpo si palesa anche in una ridotta capacità motoria. Dormire poco ha infatti conseguenze anche sulla velocità degli “input” che il cervello invia ai muscoli del proprio corpo. Il risultato? Un aumento di movimenti maldestri e delle difficoltà nel compimento delle azioni più banali, come ad esempio il digitare su una tastiera.

Calo della libido

Un altro aspetto da non sottovalutare è l’incidenza sulla propria vita sessuale. Anche in questo caso i problemi nella sfera intima, che si concretizzano spesso nel calo del desiderio verso il partner, sono dovuti a degli squilibri nella sfera ormonale.

riposo-notturno

Problemi di concentrazione e di memoria

Tra gli altri disturbi legati al dormire troppo poco, vanno senza dubbio rammentate le difficoltà che si cominciano ad incontrare nel ricordarsi anche le cose più semplici, come ad esempio un numero di telefono, o nel riuscire ad esprimere un concetto con la giusta terminologia. Tutto questo dipende, come già detto in precedenza, dal fatto che non dormire affatica non solo il corpo, ma anche la mente.

Affaticamento della vista

Infine non bisogna assolutamente sottovalutare i problemi alla vista che sembrano palesarsi quando si dorme troppo poco. Ma niente paura, non è un abbassamento della vista, ma un affaticamento che colpisce i muscoli che garantiscono il movimento degli occhi. Ciò che invece deve preoccupare sono i colpi di sonno quando si guida: arriviamo quindi al rischio più grave connesso alla mancanza di sonno, quello di fare incidenti stradali.

riposo-notturno

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

L’autunno vi butta giù? Provate questi cibi del buonumore

Le 6 migliori mete low cost di fine autunno