La Terra sta rallentando per colpa della Luna

313
rallentamento-della-terra

Grazie ad un nuovo approccio scientifico che unisce geologia e osservazioni astronomiche, un team di scienziati ha constatato che 1,4 miliardi di anni fa le giornate sulla Terra duravano appena 18 ore. La causa dell’allungamento delle giornate è la Luna. Vediamo come.

La Terra e il suo satellite naturale sono da millenni i protagonisti di un affascinante balletto gravitazionale, dove la Luna compie la sua rivoluzione attorno al nostro pianeta ed entrambi, al contempo, ruotano intorno al Sole. Terra e Luna esercitano una reciproca forza gravitazionale che produce degli effetti importanti. Alcuni esempi sono le maree sulla Terra e la presenza di stagioni relativamente costanti e stabili. Un altro effetto della Luna è il lento ma costante rallentamento della Terra, che sta rendendo le giornate sempre più lunghe, in media di 0,002 secondi in più per secolo.

Un nuovo approccio scientifico per studiare la storia del Sistema Solare

In base ad un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica statunitense Proceeding National Academy of Science, circa 1,4 miliardi di anni fa le giornate sulla Terra duravano circa 18 ore, 6 ore in meno rispetto ad oggi. Per capire in che modo avvenga questo fenomeno, gli autori della ricerca hanno impiegato un approccio statistico denominato astrocronologia. Questo metodo combina insieme analisi geologiche e osservazioni astronomiche, un metodo di lavoro che aiuta a comprendere la storia del Sistema Solare.

rallentamento-della-terra

Uno dei nostri obiettivi era quello di utilizzare l’astrocronologia per raccontare il passato più remoto e sviluppare delle scale temporali geologiche molto antiche” ha spiegato il coautore della ricerca, il professor Stephen Meyers, appartenente all’Università del Wisconsin-Madison. “Vogliamo arrivare a studiare rocce antiche di miliardi di anni nello stesso modo in cui attualmente studiamo i processi geologici moderni”.

La nascita della Luna e i suoi effetti sulla Terra

Secondo la teoria scientifica più accreditata, la Luna si sarebbe formata in seguito alla collisione fra la Terra e Theia, un protopianeta dalle dimensioni simili a quelle di Marte. L’impatto sarebbe avvenuto circa 4,5 miliardi di anni fa e la nube di detriti da esso generati si sarebbero aggregati per formare la Luna. Il satellite appena formatosi era ai tempi molto più vicino alla Terra rispetto ad oggi ed i suoi effetti gravitazionali erano più evidenti. Le maree, ad esempio, si ipotizza che fossero molto più alte di come le conosciamo oggi, al punto che furono determinanti circa 3,8 miliardi di anni fa per il mescolamento degli oceani e la conseguente evoluzione della vita. La neonata Luna, così, causò il rallentamento della rotazione terrestre, allungando la durata del giorno da 5 sino a 24 ore.

rallentamento-della-terra
L’ipotetico scontro fra Terra e Theia che avrebbe determinato la nascita della Luna

Il rallentamento della Terra continua

Attualmente la Luna si sta lentamente allontanando dalla Terra ad una velocità di circa 3,82 cm all’anno. Ciononostante, per via dell’interazione fra le masse dei due corpi celesti, la rotazione della Terra continua a rallentare. “Mentre la luna si allontana, la Terra si comporta come se fosse una pattinatrice allunga le braccia per rallentare“, ha spiegato Meyers. L’incremento del numero di ore non è semplice da calcolare poiché i valori nel tempo cambiano in maniera significativa. Procedendo a ritroso, quindi, le conclusioni saranno meno affidabili.

Per esempio se si tenesse in considerazione la velocità di rotazione attuale della Luna e si provasse ad applicare questo parametro per la sua intera vita, si arriverebbe a concludere erroneamente che essa si è formata appena 1,5 miliardi di anni fa. Per questo motivo il team di scienziati si è servito dell’analisi statistica per comprendere in che modo i cambiamenti si sono evoluti nel corso del tempo ed ha impiegato a supporto delle prove geologiche per rafforzare il modello. Gli scienziati, in base ai calcoli attuali, hanno supposto che fra 200 milioni di anni un giorno potrà durare 25 ore.

rallentamento-della-terra

L’astrocronologia potrebbe riscrivere la storia del nostro pianeta

La geologia ci dà la possibilità di consultare la storia astronomica del sistema solare primordiale” ha illustrato l’esperto. “Stiamo analizzando il suo ritmo pulsante, registrato nella roccia e nella storia della vita”. I ricercatori si sono già serviti di prove geologiche per dimostrare come l’orbita terrestre sia cambiata col passare del tempo; inizialmente circolare, è divenuta ellittica nel corso di milioni di anni. Questo approccio sarà prezioso per capire anche in che modo i cicli astronomici influenzano il clima terrestre.

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

I rischi che la Terra venga colpita da un asteroide sono sempre più concreti

La NASA conferma la possibile esistenza del Pianeta X