Putin ride mentre la Merkel piange…

Putin ride mentre la Merkel piange…

- in Politica
419
0

Le elezioni a Berlino riservano un’altra sconfitta ad Angela Merkel, sempre più in difficoltà; il partito di Putin, invece, vince nettamente in Russia

Prosegue il momento difficile in Germania per Angela Merkel, che dopo la sconfitta elettorale del suo partito in Meclemburgo-Pomerania deve fare i conti con un’altra batosta, stavolta alle elezioni nella città-Stato di Berlino. La Cdu, di cui è a capo la Cancelliera, non è andata oltre il 18% dei voti ed è un risultato che fa storia poiché si tratta del più basso dal 1945 ad oggi. A vincere è stato l’Spd, partito guidato dal sindaco attuale di Berlino Michael Muller, con il 23% delle preferenze.

Ancora una volta si mette in luce l’ultradestra: l’Afd ha infatti ottenuto il 12,5% delle preferenze ed entra nel parlamento berlinese con alcuni seggi. Nella capitale, dunque, non si formerà più la Grande Coalizione che invece sta sorreggendo la Merkel in ambito nazionale, e viene da chiedersi se si tratta di un segnale preciso in vista delle prossime elezioni politiche previste nel 2017: se il voto dovesse porre fine alla Coalizione anche per quanto riguarda il governo nazionale, tutto lo scacchiere europeo rischia di mutare profondamente.

La disfatta della Merkel era in qualche modo prevedibile, visto il netto calo di consensi con cui deve fare i conti da qualche mese a questa parte, e allo stesso modo era prevedibile l’affermazione in Russia del partito di Putin, in quelle che sono state definite “le elezioni più noiose” da molti anni a questa parte. Russia Unita – il partito guidato da Putin – ha ottenuto il 44% dei consensi, confermandosi largamente il più votato.

Nella composizione della Duma, il parlamento russo, non cambia nulla: rimangono rappresentati gli stessi quattro partiti che già lo erano nella precedente legislatura. Il principale motivo di interesse di queste elezioni, dunque, è stato un altro: per la prima volta dopo la sua riammissione alla Federazione russa di due anni fa, ha votato per eleggere il nuovo parlamento anche la Crimea. Visibilmente soddisfatto Putin, che ha definito “buono” il risultato delle elezioni dalle quali è uscito ulteriormente rafforzato.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Tempo di carciofi: deliziosi a tavola, preziosi per la salute!

Il carciofo è un ortaggio amico del fegato