Purificare le vie respiratorie con l’inalazione del sale rosa dell’Himalaya

Purificare le vie respiratorie con l’inalazione del sale rosa dell’Himalaya

- in Benessere, Salute
365
0
img_2695273717313523.jpg

Il sale rosa dell’Himalaya ha numerose proprietà benefiche e tra queste si annovera anche la possibilità di fare inalazioni purificanti per le vie respiratorie.

La differenza sostanziale che passa tra il sale bianco e il sale rosa dell’Himalaya, è che quest’ultimo è costituito da elementi minerali allo stato ionico, ovvero in una composizione talmente ridotta da poter essere maggiormente assorbiti dalle cellule dell’organismo.
L’attività di purificazione delle vie respiratorie che si può ottenere con il sale rosa dell’Himalaya, deriva dalle sue capacità antibatteriche, antimicotiche e antimicrobiche che favoriscono questo processo. Le camere di sale, infatti, sono già da anzitempo utilizzate per ridurre i problemi respiratori degli asmatici e dei soggetti allergici, ottenendo enormi benefici sia sintomatologici nell’immediato, che nel lungo termine.
Grazie alla diffusione della vendita del sale rosa dell’Himalaya, è possibile riprodurre gli stessi effetti positivi anche comodamente a casa, effettuando delle inalazioni casalinghe secondo la seguente procedura.

sale-rosa-himalaya

Si possono utilizzare i cosiddetti inalatori salini, che combinano le conoscenze antiche alle tecnologie moderne: i grani e gli elementi del sale rosa dell’Himalaya si depositano sul fondo dell’inalatore, mentre il calore e l’umidità fanno sì che gli elementi dello stesso salgano con l’aria calda e possano essere inspirati dal soggetto che sta eseguendo l’inalazione.
Oltre ad apportare immediato sollievo in caso di allergie, asma, raffreddori, infiammazioni polmonari e bronchiali, tracheiti, congestione nasale e sinusiti, l’inalazione del sale rosa dell’Himalaya aiuta anche a neutralizzare completamente tutti gli effetti negativi derivati dall’uso eccessivo di farmaci per la decongestione nasale, come gli antistaminici. Inoltre, essendo un naturale espettorante, il sale aiuterà anche l’eliminazione di eventuale muco presente, permettendo una respirazione più adeguata sia di giorno che di notte. Queste inalazioni possono dare grandi vantaggi anche ai fumatori incalliti o a chi vive in ambienti particolarmente inquinati ed è quotidianamente esposto ad agenti chimici e fisici che vanno ad intaccare le prime vie respiratorie, prima ancora di quelle profonde.

sale-rosa-Himalaya (1)

Per ottenere il massimo del beneficio dall’inalazione col sale rosa dell’Himalaya, sarà necessario mettere i grani sul fondo dell’inalatore con base in ceramica e appoggiare l’apposita bocchetta su bocca e naso, quindi si avvierà l’inalatore e si eseguiranno respirazioni complete composte da inspirazione fatta attraverso la bocca ed espirazione fatta attraverso il naso.
Essendo un inalatore a secco, non bisognerà aggiungere acqua o liquido fisiologico, perché l’umidità verrà prodotta dalla camera specifica e dal calore. Per ottenere il massimo del beneficio sarà opportuno eseguire respirazioni profonde e prolungate, in modo che i minerali del sale rosa dell’Himalaya raggiungano anche le vie respiratorie più interne e i polmoni. Una volta inspirati, tramite i polmoni gli elementi minerali entrano nel flusso sanguigno e raggiungono tutte le sedi bersaglio, ovvero quelle legate alle vie respiratorie. Si ridurranno così le congestioni, i raffreddori, le crisi asmatiche e le allergie stagionali, ottenendo riscontri benefici anche nel lungo termine.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Ridere 10 minuti al giorno fa bene alla salute: lo dice la scienza

Che il buonumore sia fondamentale per il proprio