Dalla Sardegna arriva il primo diserbante ecologico che vuole bene alle api

44
primo-diserbante-ecologico

Un diserbante 100% naturale che non altera il ph del terreno e preserva la vita di farfalle ed api. Ecco l’idea di un’imprenditrice sarda votata al riciclo e alla difesa dell’ambiente.

Un diserbante eco friendly completamente naturale e che salvaguarda api, coccinelle e farfalle. L’idea è dell’imprenditrice sarda Daniela Ducato, responsabile della filiera “Edizero Architecture for peace”, che lavora da anni nel settore della bioedilizia.

Natural Weed Control: un diserbante tutto naturale

Direttamente dalla filiera dell’azienda Ortolana è stato lanciato sul mercato un composto ottenuto dagli scarti ottenuti dalla lavorazione dell’olio d’oliva, della lana e della malvasia. Una risposta etica e sostenibile all’esigenza di salvare le api dall’azione devastante degli agenti chimici contenuti nei tradizionali diserbanti, che alterano il ph del terreno e risultano nocivi anche per l’agricoltura. In Sardegna numerosi apicoltori avevano infatti lanciato l’allarme ed avevano chiesto una mano d’aiuto, un prodotto che potesse risolvere il problema senza impattare sull’ecosistema. Dopo anni di studio e ricerche in collaborazione con altre aziende è nato l’eco diserbante Natural Weed Control.

primo-diserbante-ecologico

Materiali di scarto naturali riciclati

L’elemento base del diserbante ecologico è la lana di pecora, a cui si aggiunge l’olio di oliva, gli ingredienti residui ottenuti dalla pulizia delle arnie, come miele e propoli, e lo scarto ottenuto dalle lavorazioni vinicole. Materiali che in condizioni normali verrebbero buttati ma che, invece, vengono riciclati per creare un prodotto nuovo a tutto vantaggio dell’ambiente e dell’ecosistema. Nel Natural Weed Control non sono presenti diserbanti chimici e la sua funzione erbicida si esplica attraverso il calore ed il vapore.

Come funziona il diserbante ecologico

Lo shock termico elimina le piante infestanti senza inquinare il terreno e senza impoverirlo, anzi. Esso risulta arricchito poiché i componenti del diserbante bio, soprattutto la lana, cedono anche delle sostanze nutritive. Questa soluzione può essere impiegata potenzialmente per proteggere sia fruttetivigneti ed orti che verde urbano. L’impatto ambientale è pari a zero ed è una garanzia anche per la salute dei consumatori e degli agricoltori, che possono adoperarlo senza utilizzare protezioni o mascherine in quanto privo di residui tossici. “La pianta sottoposta al trattamento del Natural Weed Control intrappola il calore e si secca dopo solo due giorni. Le sostanze in esso contenuto, inoltre, favoriscono un effetto prolungato senza causare problemi al suolo e senza alterarne il ph”, ha spiegato l’imprenditrice sarda durante un’intervista.

primo-diserbante-ecologicoL’imprenditrice Daniela Ducato

Un esempio virtuoso per le altre imprese

Il diserbante ecologico è unico nel suo genere e in Italia è stato già sperimentato con successo nel comune di Cagliari per debellare delle piante infestanti all’interno dell’area urbana. L’interesse per questo rivoluzionario diserbante eco sta crescendo anche a livello internazionale. I viticoltori francesi hanno già effettuato degli ordini consistenti di questo prodotto. Negli Stati Uniti è stato acquistato dalla Gea Group, azienda leader nella coltivazione di piante medicinali. “Nella realtà quotidiana siamo attratti da tutto ciò che è chimico, ma le soluzioni alternative esistono e possono dare anche dei risultati migliori, si tratta solo di una questione culturale” ha sottolineato Daniela Ducato. Ecco un esempio di come sia possibile, anche in tempi di crisi, fare impresa in maniera etica e rispettosa dell’ambiente, ottenendo degli ottimi risultati.

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Echinacea: come coltivarla in casa e impiegarla come rimedio naturale