Perchè regalare tablet e smartphone ai figli è sbagliato?

Perchè regalare tablet e smartphone ai figli è sbagliato?

- in Bambini, Tecnologia
1140
0
shutterstock_211314454-640x320

Ormai è diventata abitudine consolidata da parte dei genitori quella di regalare ai propri figli tablet e smartphone già in tenera età: ma questa scelta è corretta?

Il modo in cui i genitori sviluppano il rapporto con i propri figli è decisamente mutato rispetto al passato. Risulta ad esempio ormai diffusa l’abitudine di regalare ai propri figli tablet, smartphone e altri gadget elettronici, anche quando sono ancora in tenera età. Tale tipo di scelte ha diversi risvolti negativi, tra cui il primo è senza dubbio quello consistente nel privare i bambini di un contatto con altre persone, siano esse baby-sitter, nonni o coetanei. Ma come mai questa abitudine si è così diffusa negli ultimi anni?

La risposta in realtà è molto semplice: risulta molto più semplice e meno faticoso comprare ad un bambino un tablet o uno smartphone, con cui fargli passare interi pomeriggi, piuttosto che dedicargli del tempo o dargli modo di interagire con altre persone. Quest’ultima scelta comporterebbe infatti la necessità di organizzare in modo diverso una quotidianità che magari è già resa complessa dagli orari di lavoro. Tuttavia, se regalare un gadget elettronico ad un bambino risulta scelta azzeccata sul breve periodo, lo stesso non si può dire guardando i suoi effetti prendendo in esame un raggio di tempo più ampio.

tablet-bambino-1-696x392

Una scelta del genere può infatti arrivare a compromettere quella che è la capacità di un bambino di riuscire ad essere felice e sereno. In altre parole, se è vero che la tecnologia può risultare decisamente utile nella quotidianità ed è giusto che i bambini vi si approccino da subito, non si può negare che un bambino che passa tutto il giorno davanti allo schermo di un pc, di un tablet o di uno smartphone può finire con il doversi confrontare con diversi problemi.

E ad essere conscio di quanto si è appena detto era addirittura Steve Jobs in persona: colui che è giustamente considerato il padre dei tablet, non ha infatti mai nascosto il fatto di non vedere di buon occhio l’uso eccessivo di questi device elettronici da parte dei bambini, tanto da averne imposto ai propri figli, quando erano in tenera età, un uso assai limitato.

24751_smartphone-ai-figli-tutte-le-regole-da-rispettare

Il fondatore di Apple ha sempre spiegato in modo molto chiaro il motivo di questa sua posizione sull’uso dei device tecnologici da parte dei propri figli all’interno delle mura domestiche. Steve Jobs in diverse interviste non ha mai nascosto il fatto che il suo essere conscio degli effetti che un uso smodato della tecnologia può avere su una persona adulta lo ha convinto degli effetti ancora più negativi che essa ha sui bambini senza un adulto che vi ponga un limite.

Ma quali sono i rischi che i bambini corrono in caso di un uso eccessivo di tablet e smartphone? Senza dubbio il primo pericolo è quello di sviluppare una incapacità nel tessere relazioni con i propri coetanei e di ritrovarsi una volta adolescenti a dipendere dai device elettronici. E la difficoltà nell’avere una vita sociale potrebbe avere come conseguenza la depressione e la necessità di ricorrere a terapie farmacologiche.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Ossitocina: ecco gli effetti positivi dell’ormone dell’amore

L’amore, l’amicizia, l’altruismo e l’affetto sono strettamente dipendenti