Perchè la Francia non si è rivolta alla NATO contro l’ISIS?

Perchè la Francia non si è rivolta alla NATO contro l’ISIS?

- in Mondo
749
0

Gli analisti ritengono che dopo gli attacchi terroristici di Parigi François Hollande abbia deliberatamente voluto non rivolgersi all’Alleanza Atlantica in quanto ha preferito chiedere assistenza alla Russia: molto probabilmente è una delle ragioni della strada scelta dall’Eliseo, scrive la rivista “Fiscal Times”.

 Dopo gli attacchi terroristici di Parigi, il presidente francese Francois Hollande ha dichiarato che contro il suo Paese è stato commesso un “atto di guerra”, ciononostante non ha sfruttato il 5° articolo della Carta della NATO e non ha chiesto assistenza all’Alleanza Atlantica, scrive “Fiscal Times”.

Secondo il quinto articolo della Carta della NATO, un attacco ad uno dei Paesi dell’Alleanza Atlantica in Europa o America settentrionale viene considerato come un attacco contro l’intera Alleanza e ciascuno dei Paesi della NATO è obbligato ad aiutare il Paese alleato sotto attacco, anche con mezzi militari.

Piuttosto che ricorrere a questo articolo, Hollande ha lanciato un appello all’Unione Europea, facendo ricorso all’articolo 42/7 degli accordi di Lisbona. L’articolo suggerisce la solidarietà dei Paesi della UE in caso di attacco contro uno Stato membro.

Alcuni analisti, secondo la rivista, ritengono che il presidente francese non abbia intenzionalmente voluto coinvolgere la NATO. Tre sono le possibili ragioni.

Uno di loro consiste nel fatto che la Francia, dopo aver promesso di opporre una resistenza ferma e duratura allo “Stato Islamico”, abbia preferito il riavvicinamento alla Russia e a Vladimir Putin.

Se Hollande apprezza l’aiuto della Russia, molto probabilmente ci ha pensato 2 volte prima di cercare di coinvolgere nel conflitto contro ISIS la NATO, osserva “Fiscal Times”.

La seconda ragione è stata espressa dal professor Julian Ku dell’Università americana di Hofstra.

Gli Stati Uniti e la Francia da tempo usano la forza militare contro ISIS in Siria, pertanto ricorrere al 5° articolo della Carta della NATO a suo avviso non avrebbe senso.

La terza ragione sta nel fatto che gli Stati Uniti potrebbero semplicemente non sostenere la possibile nuova campagna della NATO in Siria, anche se secondo “Fiscal Times” è un’eventualità molto improbabile.

Più realisticamente Washington ha  semplicemente dissuaso la Francia dal ricorrere al 5° articolo, preferendo che il conflitto in Siria non degeneri in una guerra su vasta scala contro ISIS.

http://it.sputniknews.com/politica/20151118/1568475/Geopolitica-Siria-Guerra-Terrorismo-Occidente-Parigi.html

 

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Lettera a Berlusconi, a Salvini e alla Toffa

QUATTRO PRECISE CONDIZIONI PER VOTARE FORZA ITALIA Commenti