Parità fra sessi: le donne rimontano nel mercato del lavoro

Parità fra sessi: le donne rimontano nel mercato del lavoro

- in Donna
885
0

La disparità tra sessi è una storia vecchia quanto le società umane di cui si ha memoria. Da sempre infatti le donne sono state legate strettamente a un ruolo sociale basato sulla cura della casa e della famiglia, a destreggiarsi tra pulizie, bambini e anziani bisognosi di aiuto.


Naturalmente però questo è il vecchio ruolo attribuito alla donna.
Oggi le donne godono di pari diritti (e doveri) rispetto agli uomini, grazie ai movimenti femministi del secolo scorso. Ma è davvero così?
In realtà come si sa ormai da molto tempo, anche se sulla carta uomini e donne oggi sono uguali, le donne continuano a lottare per ottenere gli stessi risultati degli uomini a parità di sforzo.
Benché in molti campi della vita le donne risultino ancora fortemente svantaggiate, sul piano lavorativo le cose stanno costantemente cambiando. Mentre fino a pochi anni fa le donne risultavano fortemente svantaggiate nel mondo del lavoro anche a parità di qualifiche, oggi questa tendenza è in netto cambiamento.

La situazione delle donne in campo lavorativo ha visto alti e bassi nel corso del tempo. Anche nei paesi socialmente più avanzati, le donne sono state vittime di atteggiamenti sessisti. Prima di tutto le difficoltà nell’ottenimento di un posto di lavoro. Le donne potrebbero in qualunque momento restare incinte, quindi comportano per il datore di lavoro un rischio potenziale, in cui una persona pagata non lavora per tutto il tempo in cui rimane in maternità. Terribile, ma purtroppo è vero che molti datori di lavoro senza troppi scrupoli si fanno parecchi conti in tasca prima di assumere una donna in età fertile.
Poi arrivano i pregiudizi. Le donne sono spesso viste come coloro che comprano il posto di lavoro elargendo favori sessuali. Nulla di più falso naturalmente, ma purtroppo basta una sola mela marcia a guastare l’intero cesto. I pregiudizi comportano una disparità nel trattamento e questo riguarda non solo le probabilità di assunzione, ma anche la retribuzione, che per le donne è spesso inferiore rispetto a quella degli uomini.
Insomma, se da una parte il movimento femminista ha messo in luce molti problemi e li ha in buona parte risolti, molte altre questioni rimangono aperte e ancora irrisolte.

Eppure le cose stanno pian piano cambiando. Il corso degli eventi e il susseguirsi dei movimenti sociali hanno portato alla lunga a un assottigliamento dell’enorme divario tra uomini e donne sul piano sociale.
Infatti oggi finalmente si assiste ad un’ autentica equiparazione tra gli uomini e le donne in campo lavorativo. Le ultime indagini sociologiche indicano chiaramente che maschi e femmine nel lavoro ricevono un trattamento sempre più paritario con il passare del tempo. Oggi per una donna è più facile trovare lavoro rispetto a quanto non fosse prima e il trattamento retributivo per i due sessi si è andato equiparando sempre di più.
Allo stato attuale, le donne hanno a tutti gli effetti raggiunto gli uomini in quanto a occupazione e retribuzione. La parità tra sessi è diventata finalmente una realtà indiscutibile e il sesso non rappresenta più un ostacolo. Anzi, addirittura in alcuni settori le donne si stanno imponendo sempre di più come gruppo dominante tra i dipendenti. Sono attualmente in netto aumento le donne impiegate in campo medico e nel settore della moda, che è quasi tutta al femminile.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che