Olio di canapa: un aiuto prezioso dalla natura

Olio di canapa: un aiuto prezioso dalla natura

- in Ambiente
447
0
Fonte: Flicr

L’olio di canapa è un prodotto naturale con doti straordinarie: scopriamo insieme le sue proprietà ed i benefici per la salute.

L’olio ricavato dalla spremitura dei semi di canapa (Cannabis Sativa) viene considerato un integratore naturale benefico per l’organismo, sia per prevenire che per curare diversi disturbi. Il segreto del suo straordinario potere terapeutico risiede nell’alta percentuale di principi attivi ed acidi grassi essenziali che lo rendono a tutti gli effetti un rimedio naturale immunomodulante, antiossidante ed antinfiammatorio. La sua peculiarità più rilevante sta nell’essere una delle pochissime fonti vegetali di acido alfa linoleico, appartenente alla serie Omega 3. Circa 10 grammi di olio di semi di canapa, l’equivalente di un cucchiaio, contengono ben 1,7 grammi di Omega 3, ricoprendo così il fabbisogno giornaliero di una persona adulta. Sono presenti inoltre discrete quantità di fitosteroli e di vitamina E.

Sono numerosi i benefici che derivano dall’impiego di questo prezioso olio: molte persone ad esempio lo utilizzano come efficace rimedio per rafforzare le proprie difese immunitarie. In tal caso l’olio va consumato giornalmente integrandolo in maniera naturale alla propria alimentazione, soprattutto durante i cambi di stagione. Non solo: l’olio di canapa è l’ideale anche per contrastare i sintomi del raffreddore ed è quindi ottimo nel trattamento di tracheiti, sinusiti ed altri disturbi legati all’apparato respiratorio. Essendo un broncodilatatore naturale è perfetto anche per chi soffre di asma. In virtù delle sue proprietà antinfiammatorie, inoltre, può essere utilizzato anche per alleviare i dolori articolari, muscolari o quelli da artrite e persino i tipici crampi legati al ciclo mestruale. Il suo effetto antinfiammatorio è efficiente anche a livello intestinale, difatti è capace di porre rimedio ad episodi di stipsi o di colon irritabile. L’olio di canapa è un prezioso alleato anche del cuore, poiché il suo consumo regolare migliora il livello di trigliceridi e di colesterolo nel sangue e riduce i rischi legati alle patologie cardiocircolatorie. Migliora memoria ed attenzione, dunque è l’ideale come integratore per gli studenti. Infine, può essere impiegato anche sulla pelle per curare eczemi, dermatiti, acne, psoriasi e forfora.

Ma come si usa l’olio di canapa? Rigorosamente a crudo, in modo da conservare intatte tutte le sue proprietà organolettiche, sia per condire i propri piatti che per assumerlo come semplice integratore. Dovrebbe essere conservato in frigorifero e la dose giornaliera consigliata è di 3 cucchiai al giorno, al massimo. Il suo sapore è piacevole al palato e ricorda un po’ quello delle nocciole, è quasi inodore e presenta una tonalità che può variare dal verde intenso al verde chiaro. Non esistono particolari controindicazioni legate al consumo di olio di canapa: può essere assunto da tutti, inclusi gli anziani ed i bambini. Le uniche raccomandazioni sono quelle di non esagerare con le dosi e di non adoperarlo mai cotto. A differenza di ciò che si potrebbe pensare, non c’è alcun motivo di preoccuparsi della presenza di Thc (delta-9-tetraidrocannabinolo), il principio attivo della cannabis: le percentuali di concentrazione sono talmente basse che bisognerebbe berne parecchi litri per poterne percepire qualche effetto ”tossico” seriamente rilevante.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che