Il tuo alito può indicare la presenza di una malattia

274
odore-dell-alito

L’odore dell’alito di una persona può segnalare la presenza di una patologia che sta colpendo l’organismo. Ecco i risultati di una ricerca del Monell Chemical Senses Center di Philadelphia.

Ogni malattia ha il suo odore: secondo un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Sensors, l’alito di una persona varia in presenza di determinate patologie. Il nostro organismo normalmente produce ogni giorno gli scarti del metabolismo, sostanze chimiche con odori peculiari. In certi casi, però, in presenza di cellule cancerogene o altre anomalie, vengono rilasciate anche altre sostanze con odori differenti. Su quest’ultimo aspetto si sono concentrati i ricercatori del Monell Chemincal Senses Center di Philadelphia.

Ad ogni odore la sua malattia

Il team di scienziati hanno fornito degli esempi concreti per far capire meglio a tutti i risultati del loro studio. L’alito delle persone diabetiche, ad esempio, ha un odore che ricorda l’acetone, il classico solvente per lo smalto; chi ha problemi al fegato, invece, ha un alito che ricorda molto il pesce crudo. Ancora, i disturbi alla tiroide causano un alito che odora di pane bruciato mentre l’alito di una persona affetta da patologie legate ai reni odora di ammoniaca.

odore-dell-alito

Un dato utile per avere diagnosi precoci

L’olfatto umano, però, non è sempre in grado di percepire le sottili differenze di questi odori, soprattutto se non sono così evidenti. Tuttavia, se questo risultato verrà comprovato da ricerche ulteriori il metodo potrebbe essere sfruttato per effettuare delle diagnosi. In che modo? Impiegando dei “nasi” elettronici in grado di rilevare con estrema precisione i segnali olfattivi ed interpretarli.

Il coordinatore dello studio, il dottor George Preti, ha dichiarato di volersi impegnare in maniera particolare sulle diagnosi di tumore alle ovaie, molto pericoloso perché generalmente viene diagnostica soltanto quando si trova in fase avanzata. Questo metodo potrebbe aiutare a salvare la vita di molte donne. Preti e il suo team di ricercatori non è la prima volta che effettuano studi in questo campo. Da diversi anni, infatti, sono impegnati in questo tipo di ricerca che correla odori corporei alla comparsa di patologie col fine di realizzare dei sistemi di diagnosi efficaci, tra cui anche l’impiego di cani addestrati.

odore-dell-alito
Il dottor George Preti

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Attenzione al cibo processato: potrebbe causare tumore all’intestino

La tinta per capelli aumenta il rischio di tumore al seno