Occhio alla bolletta: luce aumentata a sorpresa del 2,9%, in calo del 2,7% il gas

Occhio alla bolletta: luce aumentata a sorpresa del 2,9%, in calo del 2,7% il gas

- in Italia, Polemica
675
0

Rincari ingiustificati per il Codacons che promette di effettuare controlli per individuare possibili abusi e tutelare i consumatori

A partire dalle prossime settimane sono previste delle oscillazioni dei costi delle bollette per quanto concerne la fornitura di gas e luce. In un comunicato ufficiale, il Codacons ha parlato di un aumento del 2,9% dei costi sulla luce, e di un calo del 2,7% del gas, stranamente in concomitanza con l’arrivo della bella stagione e un minor utilizzo del riscaldamento. Secondo l’Authority, sui costi dell’energia elettrica influiscono molto i rincari dei costi di approvvigionamento nel primo trimestre, legati agli “eccezionali rialzi nel mercato all’ingrosso italiano, innescati dagli andamenti dei mercati elettrici europei, specialmente quello francese che ha visto un fermo di numerose centrali nucleari, attribuibili all’eccezionale ondata di freddo e all’aumento dei prezzi del gas”. La preoccupazione fra i consumatori è palpabile, dal momento che si stima per i prossimi 12 mesi un incremento medio di 14,8 €. Il rischio è quello di dover sottostare, ancora una volta, alle speculazioni da parte di distributori e grossisti.

Il presidente dell’associazione Carlo Rienzi ha dichiarato ingiustificate tali variazioni e che occorre far chiarezza in merito, soprattutto tenendo conto degli altri rincari già introdotti ad inizio anno. Dopo i significativi aumenti scattati lo scorso gennaio ci si aspettava infatti una sensibile riduzione dei costi su entrambi i fronti, ma così non è stato: la stangata ulteriore della luce a prezzo maggiorato non è giustificata nemmeno dalla morsa di gelo che ha colpito Italia e Francia gli scorsi mesi. Per tali motivi Rienzi ha sottolineato la sua ferma intenzione di avviare tutte le pratiche necessarie al fine di accertare la presenza di possibili scorrettezze messe in atto a danno dei consumatori. Fenomeno al quale si è assistito anche lo scorso anno, quando il Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia aveva imposto un perentorio stop ai rialzi previsti in seguito al ricorso presentato dal Codacons.

energy-electrical-good-568x346

La spesa media di una famiglia italiana per l’elettricità tra il 1 luglio 2016 e il 30 giugno 2017 sarà di 505,54 €, pari allo 0,7% in più rispetto ai precedenti 12 mesi, mentre per quanto riguarda il gas sarà di 1029 €, ossia del 4,4% in meno. La Codacons al momento ha assicurato che verranno avviate le dovute verifiche per accertare la correttezza degli incrementi sulle tariffe ed i costi di approvvigionamento in modo da escludere eventuali speculazioni sulle bollette delle famiglie italiane e non si esclude un nuovo ricorso ai giudici amministrativi in caso di anomalie. Nel frattempo, la Federconsumatori si è espressa per l’abolizione del mercato tutelato contenuta nel disegno di legge per la concorrenza. Il ddl, contestato sia dal Movimento 5 Stelle che da Pierluigi Bersani, a detta dell’associazione getterebbe i consumatori “in pasto alle pratiche commerciali scorrette ed agli abusi di società che, in questi anni, non sono riuscite a dare vita ad una vera concorrenza”.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Gli utilizzi alternativi della carta stagnola che non conoscevi

Se fino a questo momento avete pensato che la