“Non voglio figli, grazie”: la scelta di chi non vuole diventare genitore

“Non voglio figli, grazie”: la scelta di chi non vuole diventare genitore

- in Lifestyle
1062
0

La famiglia costituisce per ogni essere umano una fonte inesauribile di affetto, può rivelarsi molto utile nei momenti di difficoltà, costituire una fonte di supporto, ma anche di svago: famiglie numerose condividono difficoltà ed allegria.


Esistono famiglie numerose composte da tanti figli, famiglie con figli unici ed infine, famiglie senza alcun figlio. La scelta di non avere figli spesso è obbligata, condizionata da fattori fisici quali sterilità o problemi di salute o derivare da problemi economici ma, altre volte, può trattarsi di una scelta consapevole che esprime il proprio modo di essere e pensare.
Sempre più frequenti le coppie ed i giovani che affermano di non voler avere dei figli, scelta che spesso attira non poche critiche. Forse una scelta dettata dalla consapevolezza di un domani pieno di difficoltà, talvolta dalla scarsa voglia di doversi assumere la responsabilità enorme di dar vita ad un figlio e crescerlo. Se è vero che la vita di un genitore è permeata da innumerevoli responsabilità, è altrettanto vero che è piena di gioie e soddisfazioni.


Ma cosa si potrebbe nascondere dietro alla scelta di non voler diventare genitori?
Sicuramente una personalità immatura ed egocentrica non convive bene con il concetto di diventare genitore, occuparsi totalmente di un altro essere accantonando le proprie esigenze.
Molti giovani rimangono nella casa paterna troppo a lungo, questo può influire sul loro livello di maturazione ma ciò non toglie che, per alcune persone, si tratta comunque di una scelta ponderata e non di comodo.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di