Nel palinsesto della prossima stagione di La 7, cancellata “La Gabbia”

Nel palinsesto della prossima stagione di La 7, cancellata “La Gabbia”

- in TV
238
0
para

Il 28 giugno è stata la data dell’ultima puntata di “La Gabbia”, trasmissione di “La 7”, chiuso dopo 4 stagioni con alti share. Molte proteste per l’allontanamento di Gianluigi Paragone .

Il programma giornalistico “La Gabbia”, condotto da Gianluigi Paragone era uno dei punti forti del palinsesto di “La 7”, l’emittente televisiva di Urbano Cairo, da 4 anni, e per molti politici era la sola trasmissione che in qualche modo osava sfidare quelli che sono definiti “i poteri forti”. La notizia della chiusura della trasmissione è arrivata come un fulmine a ciel sereno, solo nel pomeriggio del giorno dell’ultima puntata, ed ha colto di sorpresa non solo il conduttore, ma anche tutti gli operatori ed i collaboratori del programma. Gianluigi Paragone ha poi confermato questa notizia a il fattoquotidiano.it.

gianluigi-paragone-scomunicato-da-bossi

Il programma è andato in onda per la prima volta nel 2013, e la sua collocazione originaria nel palinsesto era la domenica sera, poi è stato successivamente spostato al mercoledì sera, sempre con la conduzione di Paragone, che in totale ha realizzato oltre 160 puntate. La Gabbia ha sempre registrato grandi ascolti rapportati a quelli della rete che mandava in onda il programma, attestandosi ad una media tra il 3,10% e il 3,80% di share.

La chiusura del programma avviene dopo poche settimane dall’arrivo a La 7 del nuovo direttore, Andrea Salerno, in precedenza autore della trasmissione “Gazebo”, che è andata in onda su Rai 3. Al momento della nomina, nello scorso maggio, sul quotidiano “Il Foglio”, si era parlato di un Andrea Salerno molto lontano, come stile, da quello di “La Gabbia”. Un retroscena, che poi si è rivelato reale quando si è venuti a conoscenza della liquidazione del programma. Per molti questa scelta è stata la conseguenza diretta delle inchieste condotte da Gianluigi Paragone nel corso del programma. Si torna così a parlare della “linea rossa”, quella che in ambiente giornalistico non si deve superare se si vuole rimanere all’interno delle varie testate.

Gianluigi Paragone ha poi annunciato la chiusura del programma anche nel corso dell’ultima puntata, durante la quale è intervenuto anche uno dei leader del M5S, Luigi di Maio, il quale ha espresso solidarietà al conduttore, parlando sia di un “brutto periodo per le forze politiche”, ma anche per quei giornalisti che provano ad esprimersi liberamente. Di Maio ha dichiarato di essere molto vicino a Paragone, accostandolo ad un altro conduttore, Massimo Giletti, che nel suo programma su Rai 1 ha toccato più volte il problema dei vitalizi dei parlamentari, argomento da sempre caro al M5S. Anche il programma di Giletti, “L’Arena”, non farà parte dei palinsesti televisivi per la prossima stagione.

gianluigi-paragone

Per Di Maio, la chiusura del programma dimostra che si vuole mettere a tacere tutti quelli che esprimono il loro dissenso verso le politiche governative, e le lobby che sostengono il governo. Gianluigi Paragone, al termine della puntata, ha voluto ringraziare tutta la sua redazione, l’editore, e tutti gli spettatori che hanno contribuito al successo del programma, e con tono “velatamente” polemico ha ringraziato anche il nuovo direttore, Andrea Salerno, anche se nei nuovi piani editoriali il programma “La Gabbia” non sarà più compreso.

Il futuro del conduttore e di tutto lo staff che ha lavorato al programma non è certo, anche se Andrea Salerno ha risposto a quanto espresso da Paragone, dicendo che nessuno sarà mandato via, per cui ci potrebbe essere uno spostamento ad un altro programma, oppure la divisione dei vari componenti su altri programmi. In passato per “La Gabbia” si erano avute critiche, anche sui social, per le numerose liti in diretta avvenute tra i vari ospiti in studio. In un caso, tra Fabrizio Rondolino ed il giornalista Mario Giordano, in studio volarono anche parolacce.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Ossitocina: ecco gli effetti positivi dell’ormone dell’amore

L’amore, l’amicizia, l’altruismo e l’affetto sono strettamente dipendenti