Nanna neonato, qual è la musica migliore per farlo addormentare?

40

Tutte le musiche a ritmo lento, ma anche solo il suono di un carillon, a patto che sia dolce e poco metallico, possono rivelarsi utili per favorire la nanna del bambino

Tutte le musiche a ritmo lento, ma anche solo il suono di un carillon, a patto che dolce (poco metallico), possono rivelarsi utili per favorire la nanna del bambino.

Attenzione però: ci sono bambini su cui qualunque musica svolge un effetto eccitante, quindi contrario a quello sperato. Non ci sono dunque regole e consigli universalmente validi, perché ogni bambino può reagire in una maniera personalissima, non di rado opposta a quella di un coetaneo, anche se di norma le musiche allegre (tipo marcette) non conciliano il sonno dei piccolini.

Oltre al ritmo bisogna considerare anche l’altezza e l’armonia della composizione musicale: i suoni alti, anche se lenti, possono essere percepiti come fastidiosi mentre le risonanze dei suoni bassi in genere rilassano. Meglio un clarinetto di un violino, dunque.

L’ideale è procedere per tentativi, sempre scegliendo suoni che almeno in linea teorica possano risultare rilassanti. Se un certo suono non dovesse funzionare, si può provare con un altro fino a individuare quello giusto per il proprio bambino.

#Non è vero che si ottengono migliori risultati con la musica che con la voce. La ninna nanna cantata con tono dolce e basso dalla mamma o dal papà può avere lo stesso effetto tranquillizzante di un brano lento di musica classica.

(Consulenza della Società italiana delle Cure Primarie Pediatriche)

Il magazine Telegraph ha identificato la musica più rilassante che sia mai stata creata.

 

GUARDA IL VIDEO: 

 

 

http://www.nostrofiglio.it/neonato/cura-e-salute/nanna-neonato-musica-migliore