Verso la mobilità sostenibile: car sharing elettrico sempre più diffuso in Italia

38

La mobilità sostenibile è uno dei cardini fondamentali per migliorare la qualità della vita nei centri urbani.

In questi ultimi anni i programmi riguardanti il car sharing elettrico stanno incoraggiando un numero sempre maggiore di cittadini a servirsi di una mobilità responsabile a zero emissioni.
Di queste tematiche si è discusso lo scorso 13 e 14 novembre a Milano, nell’ambito di un’importante serie di conferenze sulla mobilità elettrica, l’innovazione delle tecnologie e la sharing economy, tenutesi alla Base Milano Spazio ex Ansaldo.

Durante i numerosi seminari previsti dalla due giorni sono state prese in esame le prospettive del car sharing elettrico e gli altri possibili progetti di mobilità sostenibile urbana. Dai dati raccolti è emerso che uno dei meriti principali del servizio di car sharing è proprio quello di agevolare ai cittadini l’approccio con le auto elettriche. Capita spesso, infatti, che i mezzi a zero emissioni spaventino non poco gli automobilisti a causa della poca familiarità con il meccanismo di ricarica e col cambio automatico, ma soprattutto per via dei costi iniziali decisamente elevati. Grazie al servizio di car sharing è possibile guidare un’automobile elettrica e familiarizzare con questo nuovo tipo di tecnologia, apprezzandone così tutti i vantaggi.

Gli esperti del settore riunitisi a Milano hanno inoltre tirato le somme riguardo i servizi di car sharing sostenibili a disposizione nei comuni italiani. I milanesi, ad esempio, possono contare su 150 veicoli elettrici messi a disposizione da “Share’nGo“, progetto gestito dal CS Group: entro la fine dell’anno questo servizio, avviato appena 5 mesi fa, potrà vantare un numero di mezzi a impatto zero pari a 500. Il car sharing a zero emissioni è già disponibile anche a Firenze e presto potranno usufruirne anche i cittadini di Pisa, Modena e Roma.

Le risposte degli utenti sono state sinora molto positive: il servizio è particolarmente apprezzato per via dell’alta autonomia dei veicoli, sino a 120 km, ma anche grazie ai costi in base ai consumi e alla grande semplicità di utilizzo attraverso una card o un’app per smartphone. CS Group recentemente ha persino ampliato l’offerta per consentire anche ai turisti di poter usufruire del noleggio di auto elettriche in diverse località italiane molto frequentate, come la costiera amalfitana e l’Isola d’Elba.
Un’altra società chiamata Aci Global invece offre i propri servizi di car sharing a Firenze, Milano e Verona e a partire da gennaio anche a Bari, dove metterà a disposizione 30 NissanLeaf“. In un futuro prossimo la ditta intende estendere il proprio servizio a 17 città, coinvolgendo anche i centri urbani minori.

Per quanto concerne il campo della mobilità elettrica gli esperti hanno inoltre riconosciuto Milano come città virtuosa, esempio per gli altri comuni italiani. Titolo meritato: la città difatti dispone di più di 30 colonnine per la ricarica elettrica e, in aggiunta ai veicoli, rende disponibili ai cittadini 1000 biciclette elettriche a energia fotovoltaica. L’amministrazione comunale ha anche concesso parcheggi gratuiti e ingresso libero alle auto elettriche nell’Area C, zona nel centro storico del capoluogo lombardo normalmente preclusa a numerosi veicoli.