Migranti: ecco cosa si nasconde dietro l’esodo

Migranti: ecco cosa si nasconde dietro l’esodo

- in Mondo
1144
0

La minaccia dello Stato Islamico era stata piuttosto chiara e, nonostante i vari tentativi di affermare il contrario, per il momento la situazione risulta essere del tutto fuori controllo.

La minaccia a cui si fa riferimento è quella di invadere l’Europa con un vero e proprio esodo di migranti. In molti, fino a non troppo tempo fa, hanno avuto la presunzione di non prendere sul serio tale ipotesi ma, purtroppo, oggi siamo tutti costretti a considerarla una triste oltre che preoccupante verità.

I mass media la identificano come una delle più grandi crisi migratorie dalla seconda guerra mondiale ad oggi. Ma cosa si nasconde realmente dietro questa immane tragedia umanitaria alla quale siamo costretti ad assistere passivamente? Stando ad alcune ipotesi, pare che tale esodo sia frutto di una strategia messa a punto per destabilizzare i Paesi europei. In effetti, le problematiche legate all’arrivo dei migranti non sono affatto irrilevanti ed a dimostrarlo c’è il caos alle frontiere.

Analizzando con particolare attenzione il fenomeno migratorio che sta vedendo protagonista l’Europa, però, risulta chiaro il fatto che i fenomeni migratori ai quali stiamo facendo fronte sono diversi tra loro. Vi sono, infatti, i siriani che scappano dalla guerra e attraversano l’Europa a piedi tentando di trovare salvezza nei Paesi del nord, ma vi sono anche gli africani che scappano dalla fame e dalla carestia e che affrontano il mare per raggiungere le coste italiane.

Ovviamente, vi sono, poi, altri gruppi di migranti che lasciano la loro terra d’origine per ragioni economiche: tra questi, ad esempio, troviamo gli afghani ed i pakistani. A ben vedere, dunque, l’Europa sta facendo fronte ad un gruppo eterogeneo di persone che stanno raggiungendo i suoi confini. A questo punto, quindi, è quanto mai necessario trovare un filo conduttore che leghi i vari gruppi di migranti e che dia loro una logica in modo tale da comprendere un fenomeno, al momento, dai contorni decisamente troppo sfumati.

È indubbio il fatto che gli integralisti siano pronti a tutto pur di avere predominio sugli occidentali ma è possibile ipotizzare che dietro ai migranti ci sia l’ISIS? Di sicuro, la Turchia è uno dei Paesi che trae beneficio dal caos siriano ed iracheno e che, probabilmente, ha agevolato la partenza dei profughi verso l’Europa.

Qualcuno ipotizza, addirittura, la connivenza degli USA ma, ovviamente, si tratta di una teoria azzardata oltre che priva di fondamento. Pare, però, che i servizi segreti austriaci abbiano scoperto che vi sono alcune organizzazioni non governative anglosassoni che si occupano di finanziare lo spostamento di grandi masse di individui dall’Africa sub-sahariana alla Libia per poi farli partire alla volta dell’Italia. Che si tratti di un caso? Qualcosa farebbe pensare ad un piano ben architettato per destabilizzare alcuni Paesi europei e, magari, per fornire mano d’opera qualificata a basso costo ad alcune Nazioni potenti ed ormai fuori dalla crisi. Queste, però, sono solo ipotesi non confermate né, tanto meno, avvallate da prove certe ed inconfutabili.

Il fatto è che, comunque, l’esodo dei profughi sembra non essere destinato a concludersi in breve tempo e, purtroppo, indipendentemente dalle dinamiche internazionali che ne hanno favorito la nascita, a pagarne le spese sono migliaia di uomini, donne e bambini che sono costretti a lasciare la loro patria per andare incontro ad un futuro incerto e pieno di insidie.

Il team di BreakNotizie

 

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di