Miami: un viaggio nella perla della Florida

101

Miami: un nome che evoca sensazioni di euforia, di magia, di meraviglia, l’idea di un viaggio fantastico… e lo fa da migliaia di chilometri di distanza. Questa frizzante città della Florida, situata nella zona sud-orientale della regione, è una delle più grandi e densamente popolate di tutti gli Stati Uniti d’America.


Esistono migliaia di motivi per visitare questa località americana: chi ama la natura non perderà l’occasione di visitare il Bayfront Park, chi è in cerca di divertimento e di sole potrà rilassarsi sulla celebre Miami Beach, chi adora la street art e la musica di strada si perderà per le vie intricate di questa metropoli rumorosa.
Insomma, Miami è davvero la meta ideale per chiunque. Vediamo come visitare i suoi luoghi più importanti e rappresentativi.

Per conoscere bene una città come Miami non sarebbe sufficiente una vita intera: avendo però a disposizione solo qualche giorno, l’itinerario per la città della Florida può iniziare dal quartiere più colorato della metropoli. Stiamo parlando di Wynwood Walls, l’ex Little San Juan, quartiere un tempo abitato da una popolazione prevalentemente sudamericana e che oggi ospita il più grande Street Art Museum del mondo intero. Si può usufruire della visita guidata al quartiere, ma è già abbastanza magico perdersi fra le vie dai muri illustrati e seguire le fantastiche storie dipinte sulle facciate delle case, dei bar e dei ristoranti.
Un altro quartiere davvero interessante e caratteristico di Miami è la Little Havana, che – come si desume dal nome – è abitato soprattutto da cubani e sudamericani. Si tratta del luogo ideale dove poter assaggiare un sigaro cubano originale.

Miami Beach è un comune distinto rispetto a Miami, ed ospita l’attrazione più chiacchierata dell’intera zona: l’omonima spiaggia. Questo comune si trova fuori dal centro cittadino, ed è più precisamente un’isola alla quale il territorio della Florida è unito per mezzo di quattro grandi ponti.
Miami Beach è proprio come la si vede sul grande schermo: sterminata, bellissima, inondata dal sole e bagnata da un’acqua cristallina.
La maggioranza dei turisti si concentra a South Beach, la parte principale della spiaggia, lunga ben 5 km.
Ottimo il servizio bar direttamente in spiaggia, anche se affittare ombrellone e sdraio risulta un po’ costoso!

La Florida è per il resto, dal punto di vista naturalistico, abbastanza monotona: a parte le spiagge, vale la pena di visitare il Parco delle Everglades o, se ci si trova nei pressi di Miami Beach, il Botanic Garden. Si tratta di un luogo molto tranquillo, lontano dall’affollamento tipicamente estivo della spiaggia principale (non a caso il miglior mese per visitare Miami rimane ottobre, quando calano i prezzi e anche l’affluenza turistica). L’ingresso al giardino, dal martedì fino alla domenica, è sempre gratuito; sono invece a pagamento alcune attività culturali che si possono svolgere al suo interno.
Miami è una città grande ed accogliente, un incrocio di culture e tradizioni diverse. È quindi relativamente semplice trovarvisi a proprio agio, anche per quanto riguarda il cibo: casomai dovesse mancarvi la cucina nazionale, sappiate che vi sono numerosi ristoranti italiani di qualità sui quali contare!

Il team di BreakNotizie