Medio Oriente nel caos!

Medio Oriente nel caos!

- in Mondo
561
0

Abu Qatada e Abu Maqdisi contro l’ISIS: per loro si tratta di un gruppo mafioso che sta remando contro il volere della popolazione islamica, rendendola dunque molto più debole.

La situazione nei Paesi medio-orientali non è di certo delle più tranquille e pacifiche negli ultimi tempi, e questo anche a causa dei tanti conflitti interni che vedono contrapposte due fazioni completamente differenti.
La prima è quella rappresentata da Abu Qatada, un religioso musulmano definito come la guida spirituale di Osama Bin Laden, e da Abu Maqdisi, un sostenitore della guerra santa e dei principi del Jihad.
Dall’altra parte invece vi è il gruppo formato dall’ISIS che, secondo i due, altro non fa se non rendere la situazione meno semplice da affrontare.
Qatada e Maqdisi hanno rilasciato un’intervista al The Guardian e, mentre il primo accusava l’ISIS di essere un gruppo di persone senza rispetto per gli esseri umani, il secondo ha sostenuto che il loro gruppo ha contatti tramite un solo canale di comunicazione, e che alla base della fondazione vi è la lealtà verso il prossimo.
Entrambi hanno poi sostenuto che, se Bin Laden fosse ancora in vita, questo comportamento non sarebbe stato tollerato, e che probabilmente l’IS, ovvero lo Stato Islamico, non sarebbe mai nato.
Da parte dei rappresentanti dell’IS però non è stata rilasciata alcuna dichiarazione, come se le parole dei due terroristi, come sono stati definiti in diverse occasioni, visto il gran numero di attentati da loro organizzati, valessero poco.
La situazione pare sia ben lontana dall’essere risolta, ed il conflitto potrebbe andare avanti per diverso tempo.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di