L’Universo non dovrebbe esistere: l’incredibile rivelazione del CERN

L’Universo non dovrebbe esistere: l’incredibile rivelazione del CERN

- in Scienza
340
0

Se l’antimateria venisse a contatto con la materia l’universo cesserebbe di esistere, noi compresi. Com’è possibile che non sia ancora successo?

Noi non dovremmo esistere affatto: ecco la scioccante rivelazione di un team di scienziati del CERN, l’Organizzazione europea per la ricerca nucleare con sede in Svizzera, in seguito ad una lunga ricerca sull’antimateria. L’obiettivo di partenza degli studiosi è stato capire come questa non abbia distrutto l’universo, sistema solare incluso. Da anni ormai gli scienziati cercano di trovare una spiegazione su come l’universo si è creato ed in che modo continua ad evolversi da miliardi di anni ma ancora non si è arrivati ad una risposta esauriente, tanto meno ad una conclusione definitiva.

Materia ed antimateria, a livello magnetico, appaiono uguali: nessuna delle due domina l’altra ma in realtà creano un effetto complessivo differente e ciò comporta ancora più dubbi. Lo scienziato a capo della ricerca, Christian Smorra, a tal proposito ha dichiarato: “Tutte le nostre osservazioni trovano una completa simmetria tra materia e antimateria, e su queste basi l’universo non dovrebbe esistere. Un’asimmetria deve esistere per forza là, da qualche parte, ma semplicemente non capiamo ancora dove”. L’unica cosa di cui gli scienziati sono certi sinora è che antimateria e materia sono l’una l’opposto dell’altra: la prima è instabile e potrebbe divenire dannosa se entrasse a contatto con la materia. Se ciò è vero, però, l’universo potrebbe essere distrutto dall’antimateria e ciò potrebbe succedere in un qualunque momento e non esisterebbe un modo per evitarlo. E quello che è ancora più inspiegabile è il fatto che ciò non sia ancora successo. Ecco perché, in teoria, noi non dovremmo esistere.

Il Large Hadron Collider (acceleratore di particelle) del CERN di Ginevra

La comunità scientifica è ancora alla ricerca di risposte non soltanto sulla creazione dell’universo ma anche come esso perpetri la sua esistenza. La ricerca del CERN riguardante i campi magnetici di materia ed antimateria è solo uno dei tanti modi in cui l’esistenza del cosmo continua ad essere disaminata. Si continua a cercare la ragione dell’esistenza dell’universo e questa continua a sfuggirci, così come la ragione per cui l’antimateria non ci abbia ancora distrutto. Per ora non esistono ancora risposte di fronte ad uno dei più grandi enigmi che la Scienza abbia tentato di fronteggiare, c’è chi pensa che il motivo del nostro esistere sia legato al volere di qualcosa di più grande, al di sopra di tutto. Sarebbe bello crederlo.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Codacons: altro che crisi, affari per 8 miliardi di euro per astrologi e maghi

Il settore dell’occulto non conosce crisi in Italia: