L’Ungheria caccia il Fondo Monetario Internazionale

37

parlement-de-budapest

 

 

 

 

 

 

Le autorità volevano reimporre sovranità dopo piano soccorso che nel 2008 aveva salvato il paese.
BUDAPEST (WSI) – La banca centrale ungherese ha chiesto al Fondo Monetario Internazionale, che ha aiutato il paese a salvarsi dal baratro dell’insolvenza nel 2008, di

andarsene e chiudere gli uffici di Budapest.Le autorità avevano cercato di imporre nuovamente la loro sovranità nel paese in vista delle elezioni presidenziali dell’anno prossimo.In una lettera inviata direttamente al presidente del Fondo, Christine Lagarde, il nuovo governatore centrale dell’istituto, Gyorgy Matolcsy, ha scritto che dal momento che i termini stabiliti dall’accoro stretto tra l’Ungheria e le autorita’ internazionali sta per garantire aiuti esterni allo Stato dell’Est Europa, “siamo arrivati alla conclusione che non è più necessario mantenere un ufficio di rappresetnanza dell’FMI”.

L’FMI ha fatto sapere che rispetterà le richieste del governo.