L’ortica, l’erba che punge e che purifica

133

La primavera è il periodo adatto per purificare e tonificare l’organismo. L’ortica è una delle erbe adatte a questo scopo.

E’ un’erba medicinale ricca di vitamina C e di ferro. La si può mangiare o bere come infuso.
Per fare un infuso basta mettere un paio di cucchiai di foglie spezzettate in una tazza e versarvi dell’acqua tiepida e berlo quando è tiepido.
Nei paesi nordici viene usata per promuovere la circolazione a livello epidermico quando si è stati esposti al freddo per molto tempo. La portarono nelle isole britanniche i legionari romani, che si strofinavano le braccia con le foglie per mantenere la circolazione nel tempo freddo e umido. Alcuni usi:

  • Il succo di ortica è un antidoto alla puntura degli insetti.
  • Il tè di ortica è usato per problemi urinari e le emorroidi.
  • Le madri che allattano lo possono prendere per mantenere fluido il latte.
  • Viene utilizzato anche per l’artrite e reumatismi, dato che elimina l’acido urico.
  • Le compresse di foglie di ortica fresca possono essere utilizzate sulle articolazioni doloranti.
  • La polvere di foglie secche può essere fiutata per fermare il sangue dal naso.
  • Le fibre ricavate dagli steli delle piante adulte possono persino essere utilizzate per ottenere un filato come il lino e il cotone. In passato venivano prodotte biancheria e reti da pesca molto resistenti.
  • Le foglie giovani astringenti sono utilizzate per vapori facciali, bagni, e preparati per capelli.
  • La silice contenuta nelle ortiche aiuta a fermare la caduta dei capelli.
  • Possono essere cucinate saltate con un filo d’olio in una padella e mangiate come gli spinaci.

Il Succo di Ortica
Il succo d’ortica facilita il metabolismo nell’uomo. In parole povere, il succo d’ortica agisce nel nostro corpo come un motore: stimola l’apparato digerente e le funzioni renali, aumenta la diuresi e disintossica.
Grazie a queste sue proprietà, la pianta si è dimostrata molto efficace nel trattamento dei dolori reumatici e si è fatta inoltre un buon nome quale componente essenziale delle cure primaverili, oggi di nuovo di grande attualità. In ef­fetti, non appena si affacciano l’indolenza e la fiacca che accompagnano quella stagione, l’estratto di ortica, combinato con il sedano e il tarassaco (dente di leone o soffione), di­venta assolutamente indispensabile.

Uso esoterico
Nei paesi Scandinavi l’ortica ha anche una tradizione magica. E’ associata a Thor, una delle principali divinità scandinave, noto come il dio del tuono
Le ortiche rimandano le maledizioni indietro a chi le mandasse al loro proprietario. Ancora oggi molti Scandinavi hanno delle piante nel loro giardino intorno a tutto il perimetro della casa per mantenere lontano il male.
Viene bruciata in riti di esorcismo.
Sempre nella tradizione scandinava è l’erba del Muspellheim, il Regno del Fuoco, e il suo potere è la difesa aggressiva. L’ortica è un difensore aggressivo, nel senso che non solo assorbe effetti magici nocivi indirizzati a chi ha delle ortiche nel proprio giardino o in un vaso nella propria casa, e finché uno ha delle ortiche nel proprio spazio ogni maledizione o intento malevolo verrà rimandato al mittente.
L’ortica mantiene la sua energia da cane da guardia rabbioso anche quando bruciata o sparsa secca intorno ad una zona.
Sempre in Scandinavia, chi ha fiducia nel potere difensivo dell’ortica e deve affrontare una situazione difficile, come una causa in tribunale o una disputa di qualsiasi genere beve un infuso di ortica. Il suo potere difensivo farà ricadere ogni intento offensivo all’originatore.

Avvertenze
E’ bene non bere più di due tazze al giorno di infuso.
In gravidanza è sconsigliato perché può causare motilità dell’utero, come pure a chi ha problemi di edemi, disturbi cardiaci e chi sta pendendo farmaci diuretici.

 

 

 

http://www.dionidream.com/lortica-lerba-che-punge-e-che-purifica/