L’importanza di contare sulle proprie forze

L’importanza di contare sulle proprie forze

- in Lifestyle
378
0

Contare sulle proprie forze è l’unico mezzo per raggiungere i propri obiettivi, anche quelli più difficili; la fortuna non c’entra niente.

Trovare un lavoro, creare una famiglia, realizzarsi in ambito lavorativo. Sono tutte situazioni che vengono vissute con difficoltà e sfiducia dalla società odierna, la quale vede con occhi diffidenti e delusi il mondo circostante. Eppure, raggiungere i propri obiettivi al giorno d’oggi è certamente più difficile rispetto a qualche anno fa, ma non impossibile. Siamo noi i padroni del nostro destino, in tutto e per tutto, e gli eventi cosiddetti fortunati si limitano ad avere una rilevanza secondaria, marginale, e non sono certamente essi che ci rendono persone migliori.

Molto spesso, quando si dice di aver trovato lavoro a un’altra persona ci si sente rispondere di rimando “Che fortuna hai avuto!”, anche se la fortuna, in questo caso, non c’entra niente. Se una persona trova un lavoro è perché nel breve tempo ha effettuato ricerche estenuanti e colloqui interminabili, non senza aver incontrato cocenti delusioni derivanti dalle porte chiuse in faccia; nel lungo termine, invece, il lavoro ottenuto è anche frutto dei lunghi anni di studio o esercizio, dell’impegno profuso nella professione e della passione messa in ciò che si fa. Tutti elementi che non possono – e non devono – essere ricondotti alla fortuna.

Credere nel fato o in un evento in grado di stravolgere la vita diventa molto spesso la rovina di molte persone disperate che affidano tutto ciò che hanno – soldi, speranza, vita – a dei bottoni di una slot machine o a un gratta-e-vinci. Recuperare queste persone, per quanto difficile, non è certo impossibile: ognuno può ripartire da zero, ma servono perseveranza e impegno.

Il punto chiave di tutto questo è prefissarsi un obiettivo, uno scopo, un desiderio concreto da realizzare. È poi necessario far capo a tutte le proprie capacità e competenze, e richiamare tutte le forze, per dedicarsi completamente al raggiungimento dei propri obiettivi che, subito dopo aver profuso il proprio impegno, sembrerà più vicino e più facilmente raggiungibile. Un altro aspetto da tenere in considerazione quando si cerca di raggiungere uno scopo è la costanza: se ci si crede davvero, l’impegno deve essere costante e preciso, non altalenante, altrimenti lo scopo rischia di essere perso di vista o di diminuire di valore.

Il signor Horace Sheffield di Barnesville, Georgia, laureatosi lo scorso maggio all’Università.

Tutto il resto sono soltanto scuse. Spesso succede, ad esempio, che una persona che da anni sogna una laurea non si iscriva all’università a causa dell’età avanzata. Questa è una scusa: chiunque può iscriversi a un corso accademico, a qualsiasi età, e ottenere l’ambito titolo di “Dottore”. L’età poche volte è un ostacolo, e finché si è in possesso del proprio corpo e della propria mente, qualsiasi cosa può essere ottenuta.

Ed è altrettanto importante non ascoltare chi dice il contrario: ogni consiglio deve essere bene accetto, ma i giudizi e le critiche poco costruttive devono essere affrontate con un semplice sorriso e un passo nella direzione in cui si intende andare. Le influenze negative sono sempre presenti, ma devono essere ignorate ed evitate il più possibile. È necessario prendere in mano la propria vita, e viverla nel modo in cui si ritiene più opportuno.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che