Liberi dal denaro

37

 

 

Cos’hanno in comune Julian Assange ed Edward Snowden? Stanno demolendo il sistema monetario internazionale.
Julian Assange si è rifugiato, prima, all’ambasciata inglese del piccolo Stato dell’Ecuador e poi direttamente in Ecuador.
E i potenti U.S.A. non hanno avuto il coraggio di intervenire.
Edward Snowden si è rifugiato in Russia e ha ottenuto asilo politico nel Sudamerica.
Perché gli U.S.A. sono inermi?
Putin, due anni fa, quando le quotazioni del petrolio schizzarono a 150 dollari al barile, approfittò dei maggiori guadagni per liberarsi dal debito internazionale.
Rafael Correa, Presidente dell’Ecuador, ha fatto in pochi anni quello che decine di politici non hanno fatto in centinaia di anni.
Ha rinnegato il debito nei confronti degli U.S.A. e si è ripreso la sovranità monetaria.
E, poi, ha fatto causa agli U.S.A. vincendola. Eh, già! Perché c’era un precedente di uno Stato che rinnegava il debito con la motivazione che fosse immorale: il precedente erano proprio gli U.S.A.! Quando conquistarono Baghdad erano loro il Governo iraqeno. L’Iraq aveva 350 miliardi di dollari di debito, principalmente nei confronti dell’Europa.
Quindi, Correa -di fronte ad un giudice statunitense- ha detto: io pagherò il mio debito solo se lo pagheranno gli U.S.A.. Ed è così che si è liberato dalla schiavitù del debito.
Poi ha sequestrato tutti i conti correnti dello Ior e messo sotto accusa tutti i sacerdoti. Ha scritto una lettera al Papa dicendosi: “Fedele cattolico e servitore di Sua Santità. Perciò la prego di inviarmi sacerdoti che siano in grado di consolare le nostre anime, se no faranno la fine di quegli altri”.
Cosa si può fare quando siamo liberi dal denaro!

 

di Alessio Bini

Tratto da: DioniDream