L’ex tecnico della CIA, Edward Snowden, si rifiuta di utilizzare dispositivi tecnologici: “siamo controllati!”

L’ex tecnico della CIA, Edward Snowden, si rifiuta di utilizzare dispositivi tecnologici: “siamo controllati!”

- in Mondo
607
0

L’ex tecnico della CIA, Edward Snowden, si rifiuta di utilizzare dispositivi tecnologici, riuscendo ad evitare la diffusione dei suoi dati personali con la NSA.

Edward Snowden, l’ex tecnico della CIA, nonché informatore del giornale britannico The Guardian, ha cambiato stile di vita: secondo quanto riportato dal suo avvocato Anatoly Kucherena, Snowden si rifiuta di utilizzare dei dispositivi di ultima generazione, optando invece per quelli molto meno recenti.
La sua scelta è motivata dal fatto che i cellulari più moderni, in particolar modo gli iPhone, hanno un particolare meccanismo che permette la condivisione delle informazioni private del proprietario con la NSA.
Secondo Snowden inoltre, i dispositivi possono essere facilmente controllati dalla NSA, ovvero possono essere hackerati, e tutte le informazioni come acquisti online, posizione e non solo, possono essere conosciute da tale struttura.
L’avvocato ha quindi rivelato che l’informatore utilizza un semplice cellulare, sprovvisto di questi chip e software, e che manda messaggi a pochissime persone.
Kucherena ha voluto sottolineare che, da quando Snowden si è trasferito in Russia, il suo stile di vita è divenuto assai modesto, ovvero cerca di vivere una vita normale, come tantissime persone.
Il suo trasferimento ovviamente non è stato volontario: la decisione è stata presa in merito alle azioni da lui compiute, ovvero l’aver rivelato alcuni segreti relativi alle strutture governative che sarebbero dovute rimanere all’oscuro della popolazione mondiale.
Per evitare una pena pari a trent’anni di carcere, l’ex tecnico della CIA ha deciso di trasferirsi in quel Paese, ottenendo un permesso di soggiorno, lontano dunque dalla giustizia americana.
Attualmente, Snowden vive con la sua fidanzata ed ha passato con lei le vacanze di Natale.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di