Le problematiche legate al cambiamento climatico e all’inquinamento

Le problematiche legate al cambiamento climatico e all’inquinamento

- in Ambiente, Salute
506
0

I cambiamenti climatici e l’inquinamento rappresentano uno dei temi più scottanti di questo secolo, soprattutto per via dei morti che causano.

L’attenzione per l’ambiente, per il riscaldamento globale e per l’inquinamento non è mai stata così alta come negli ultimi tempi. Il motivo, come si può immaginare, non è legato solo alla salute della Terra e allo sfruttamento di boschi, foreste e acque ma è soprattutto connesso alla salute e alla sopravvivenza dell’essere umano. Tra le ultime ricerche scientifiche, infatti, ve ne sono alcune che hanno messo in evidenza come l’incremento delle attività inquinanti e il riscaldamento globale costeranno all’Umanità decine di migliaia di morti. In particolare, fa riflettere una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Nature Climate Change che evidenzia come, se non si corre ai ripari con misure di emergenza in grado di ridurre l’inquinamento e il conseguente riscaldamento della Terra, entro il 2030 si potranno registrare fino a 60mila decessi da collegare a queste due cause. E le stime non sono per niente rassicuranti se si estrapolano i dati fino al 2100, quando le morti potrebbero arrivare a superare le 250mila unità.

A capo della ricerca, che vede la collaborazione di un gran numero di ricercatori di varie Università, vi è il professore di Scienze Ambientali e Ingegneria Jason West, titolare di cattedra presso l’Università della Carolina del Nord. Proprio lui si fa portavoce dei risultati del lavoro, che viene definito il più completo, accurato e aggiornato degli ultimi anni. E infatti i ricercatori hanno utilizzato valori ben distribuiti su tutto il pianeta, prendendo in considerazione dati provenienti da alcune delle nazioni in cui il cambiamento climatico è maggiormente influente, come gli Stati Uniti, la Nuova Zelanda, il Giappone, la Francia e il Regno Unito. Ma qual è la correlazione tra inquinamento, clima e morti? L’inquinamento crea un riscaldamento causato dalla presenza di particelle pesanti nell’aria e a sua volta il riscaldamento crea un incremento delle velocità di reazione degli agenti inquinanti: si tratta quindi di un vero e proprio caso di cane che si morde la coda, sul quale diventa fondamentale agire per tempo per non rischiare di dirigersi verso una situazione catastrofica all’interno della quale a farne le spese saranno soprattutto gli esseri umani.

Differentemente da quanto si può credere, le problematiche di salute legate all’inquinamento e al riscaldamento globale sono molto varie e non riguardano solo il possibile incremento di tumori o malattie respiratorie. I ricercatori americani, infatti, hanno messo in evidenza come le morti stimate nei loro calcoli saranno di vario genere, dagli attacchi di cuore agli ictus, da una maggiore facilità di diffusione di malattie infettive fino a stress termici causati da una diminuzione dell’acqua, dell’umidità ambientale e di cibo sano. Attenzione tuttavia a non credere che questo sia l’unico futuro possibile: il lavoro dell’équipe americana, infatti, mette in evidenza come la possibilità di contrastare il cambiamento climatico sia ancora esistente. La responsabilità di questa scelta non sta però nelle mani dei singoli cittadini ma nella collettività: ecco perché è fondamentale che vengano rispettati, da parte dei Governi interessati, gli Accordi sul Clima che sono recentemente stati messi in discussione dall’amministrazione di Trump che non intende rispettarli.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che