Le ferie-record del Parlamento: tutti in vacanza fino a metà settembre

Le ferie-record del Parlamento: tutti in vacanza fino a metà settembre

- in Italia, Polemica
465
0

Mentre gran parte dei lavoratori è già rientrata dalle ferie (o non ci è potuta andare…) i parlamentari italiani saranno in vacanza ancora qualche giorno

Ferie lunghe per i parlamentari italiani, quasi interminabili: dal 4 agosto, giorno in cui vennero sospesi i lavori alla Camera e al Senato, fino a martedì 13 settembre, un mese abbondante di vacanza che costituisce un primato e non solo per i parlamentari. Sosta più lunga di una settimana rispetto a ciò che è accaduto negli ultimi anni, senza che vi sia una motivazione convincente in grado di giustificare questi sette giorni di stop in più.

La strategia dell’esecutivo prima delle ferie è stata abbastanza chiara: procrastinare, rimandare tutto il rimandabile (e in particolare i provvedimenti più scomodi) a dopo le vacanze, così da evitare scivoloni, battute d’arresto e momenti di difficoltà al governo. In tal modo si spiega la chiusura anticipata delle camere e la riapertura che avverrà solamente la settimana prossima: dal 13 settembre in avanti, in un modo o nell’altro, tutti i nodi dovranno venire al pettine, in particolare quello del referendum costituzionale al quale questo governo è legato a doppio filo.

Tanto è stato il lavoro rimandato a settembre, e il percorso parlamentare delle leggi che attende il governo appare molto simile ad un campo minato per Renzi e il suo esecutivo: fra riforma della giustizia, reato di tortura, provvedimento riguardante l’editoria, ddl sulla concorrenza, l’ormai eterna legge sul conflitto d’interessi, la riforma dei partiti (con primarie da imporre per legge), le cose da fare non mancano e ogni giorno potrebbe rappresentare un pericolo per la tenuta del governo la cui stabilità è sempre più ballerina.

Vista l’imponente mole di lavoro ancora da sbrigare, non si sarebbero potute programmare ferie più brevi? A quanto pare no, si è preferito mandare tutti in vacanza il prima possibile e mantenere calme le acque fino a settembre, quando avrà inizio l’ennesimo “autunno caldo”. C’è da augurarsi che il lavoro possa procedere spedito da settembre in poi: se non altro i parlamentari ci arriveranno freschi e riposati dopo queste ferie da record

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la