Le alternative al sale marino

49

Alcune alternative al sale, considerato dall’ igienismo naturale  uno dei 5 micidiali veleni in circolazione.

Possibili varianti:

E’ stato proprio il sale il primo veleno che io e Corrado abbiamo tolto dall’alimentazione grazie ad un amico in comune che parecchi anni fa ci fece conoscere il sale alle erbe.

Il sale alle erbe è ovviamente composto da sale ma in minore quantità grazie all’aggiunta delle alghe ricche di iodio e una serie di erbette contribuiscono a insaporire.

Il sale alle erbe non contiene esaltatori di sapidità e soprattutto è privo di antiagglomeranti.

Al sapore, indubbiamente diverso dal sale classico ci si abitua in poche settimane e alla fine diventa difficile tornare alle abitudini di prima.

Il passaggio successivo è il gomasio.

Tostate leggermente in una padella antiaderente dei semi di sesamo. Una volta che questi si sono leggermente imbruniti si mettono con l’aggiunta di poco sale alle erbe in un frullatore e si ottiene il gomasio. Qualcuno vi aggiunge anche delle alghe.

Sono anni che preparo il gomasio in casa e ogni volta metto sempre meno sale aggiungendo invece semi di lino e girasole. Nell’arco di pochi mesi non riuscirete più a mangiare prodotti troppo salati perchè il vostro corpo se ne accorgerà.

 

Vaccaro ha elencato le micidiali caratteristiche del sale:

  1. Il sale è un potente irritante. Prova a metterne un granello su una ferita e ti renderai conto di quanto caustico esso sia. Apri gli occhi nell’acqua di mare e vedrai quanto ti brucia.
  2. Il sale sovraccarica di sodio il nostro sistema. E’ calcolato che la persona media normale si avveleni con quantità di sodio 10 volte superiore alla norma.
  3. Il sale sballa e rovina i delicati equilibri ormonali tra ipofisi, tiroide, adrenali e reni.
  4. Il sale è causa prima di ritenzione idrica. Fa gonfiare gli occhi, l’addome e le caviglie.
  5. Il sale è causa di alta pressione e rende la gente vulnerabile a infarti e ictus.
  6. Il sale irrita e indurisce le delicate membrane del corpo umano.
  7. Il sale sovverte il perfetto equilibrio sodio-potassio che si crea magnificamente nel corpo quando uno mangia in armonia con la natura, cioè cibi vivi, cibi crudi, cibi pacifici, cibi organicati-vitaminizzati-mineralizzati, cibi carichi della loro acqua biologica ricevuta dalle radici ed elettrizzata dal sole mediante fotosintesi. Siccome non aggiungiamo potassio ai nostri cibi, non si capisce come e perché dovremmo aggiungervi del sodio.
  8. Il sale è causa specifica di insufficienza renale e di dialisi, ma anche di uno specifico cancro allo stomaco, chiamato adenocarcinoma anaplastico.
  9. Il sale perverte il senso del gusto, e fa sembrare insipidi i cibi naturali anche quando non lo sono.

 

 

http://www.bio-haus.it/salute-benessere/prodotti-da-evitare.html?id=42:alternative-al-sale&catid=9