Le 4 Leggi della Spiritualità insegnate in India

Le 4 Leggi della Spiritualità insegnate in India

- in Spiritualità
551
0
4-leggi-della-spiritualità

La bellezza di queste quattro leggi è che riportano l’attenzione all’interno, non concedono la lamentela, l’accusa, il vittimismo o la morale. Ogni cosa che è accade è ciò che deve accadere, non c’è tempo psicologico, semplicemente la cruda realtà dei fatti.

Non è l’invito a credere a qualcosa, ma è l’invito a riconoscere ad un livello più profondo quello che sta accadendo nella tua vita, l’invito ad entrare in contatto con il tuo sentire piuttosto con le idee di come le cose dovrebbero andare. E’ con questa premessa che propongo le quattro leggi della spiritualità indiana.

PRIMA LEGGE

La persona che arriva è la persona giusta

Nessuno entra nella nostra vita per caso, tutte le persone intorno a noi, tutte quelle che interagiscono con noi, sono lì per un motivo, per farci imparare e progredire in ogni situazione.

Niente e nessuno è per caso, ed è soprattutto dalle persone che maggiormente sfidano la tua calma e sicurezza che trai per te occasioni preziose di miglioramento ed evoluzione, per andare oltre i tuoi limiti e la tua comfort zone per radicarti ancora di più.

Questo non significa che non dobbiamo evitare le persone spiacevole, ma significa che quando l’incontro accade dobbiamo vederlo come un fattore di crescita e quindi positivo, invece di cedere alla lamentela ed emozioni negative.

SECONDA LEGGE

Quello che succede è l’unica cosa che sarebbe potuta accadere.

Niente, ma niente, assolutamente nulla di ciò che accade nella nostra vita avrebbe potuto essere altrimenti. Anche il più piccolo dettaglio. Non c’è un “se avessi fatto quello sarebbe accaduto quell’altro…”. No. Quello che è successo era l’unica cosa che sarebbe potuta succedere, ed è stato così perché noi imparassimo la lezione e andassimo avanti. Ognuna delle situazioni che accadono nella nostra vita sono l’ideale, anche se la nostra mente e il nostro ego siano riluttanti e non disposti ad accettarlo.

Più o meno consapevolmente ti sei spinto esattamente dove ti trovi ora, e per quanto imprevedibile e spiacevole sia la condizione che stai attraversando…rassicurati, perché è l’unica cosa che poteva e doveva accadere. Conoscere questa legge ci permette di vivere ogni evento con più serenità perché toglie lo spazio al senso di colpa verso se stessi o verso gli altri.

Spesso le situazioni negative sono proprio quelle che ci trasformano, che ci fanno cambiare vita, che ci permettono di diventare ciò che vogliamo essere.

TERZA LEGGE

Il momento in cui avviene è il momento giusto.

Tutto inizia al momento giusto, non prima non dopo. Quando siamo pronti ad iniziare un qualcosa di nuovo nella nostra vita, è proprio allora che avverrà.

Questa legge non invita alla passività. Non significa che non dobbiamo adoperarci per creare un presente migliore per noi stessi e le persone che ci circondano. Significa invece che ogni cosa avviene a suo tempo, così come i fiori che spuntano solo quando arriva la primavera e non prima e non dopo. Tutto nella vita è regolato da una sottile armonia e noi dobbiamo diventare parte di essa.

QUARTA LEGGE

Quando qualcosa finisce, finisce.

Proprio così. Se qualcosa è conclusa nella nostra vita è per la nostra evoluzione, quindi è meglio lasciarla, andare avanti e continuare arricchiti da quella esperienza.

La vita è fatta di cicli, di cose che iniziano ed altre che finiscono. Questo non significa che non dobbiamo dare valore alle cose e alle esperienze che stiamo vivendo ma anzi di dargli tutta l’attenzione che meritano nel momento presente perché la realtà è mutevole.

Niente rimane fisso. E’ necessario liberarsi del vecchio per fare posto al nuovo, è essenziale che qualcosa muoia affinché qualcos’altro di differente possa nascere. Ogni fine è un nuovo inizio; tutto cambia e si trasforma e nulla cessa di esistere.

Questa legge ha anche a che fare con il tempo psicologico. Ovvero non si trasportano situazioni o persone nella nostra mente una volta che si sono concluse. Rimuginare nel passato causa tensione, preoccupazione e perdita di energia, è come legarsi una palla di ferro al piede. Se vogliamo vivere in armonia dobbiamo andare con il flusso della vita e non resistere ad esso.

 

 

 

 

https://www.dionidream.com/le-4-leggi-della-spiritualita-insegnate-in-india/

Commenti

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marte è popolato da 20 anni: le scioccanti rivelazioni dell’hacker Gary McKinnon

Colonie umane sarebbero presenti sul pianeta rosso da