Le blatte sono le mucche del futuro: in arrivo il latte di scarafaggio

187
latte-di-scarafaggio

Aveva fatto discutere il possibile commercio di insetti commestibili anche in Italia, qualche mese fa. Ora gli scienziati propongono un nuovo superfood salutare e nutriente, per quanto poco invitante: il latte di scarafaggio.

Avrà un gusto molto simile al latte di mucca e si prospetta come il super food del futuro. Queste almeno le dichiarazioni dei ricercatori che hanno scoperto le straordinarie proprietà del latte di scarafaggio, alimento altamente digeribile e particolarmente proteico. Se qualche mese fa alcuni avevano storto il naso per la commercializzazione di insetti commestibili, questo nuovo prodotto non lascerà indifferenti i consumatori, nel bene e nel male. Il latte di blatta in realtà non è una novità: le sperimentazioni su questa particolare bevanda vanno avanti da diversi anni in India, a Bengaluru. In base ad una ricerca portata avanti dallo Stem Cell Biology and Regenerative Medicine, il latte di blatta avrebbe degli effetti positivi sull’organismo umano.

Una particolare specie di blatta

Non si tratta però di una blatta qualunque. Il latte a cui la ricerca fa riferimento è quello della Diploptera punctata, specie originaria del Pacifico che si distingue dalle altre in quanto vivipara. Ciò significa che l’insetto non depone le uova, ma “partorisce” i suoi piccoli già formati. Lo sviluppo embrionale avviene all’interno del corpo della madre, come succede con gli esseri umani. Le blatte neonate vengono nutrite dalla madre con una sostanza liquida molto nutriente costituita da proteine, zuccheri e grassi che è stata battezzata appunto “latte” di scarafaggio.

latte-di-scarafaggio
Mamma scarafaggio dà alla luce i suoi piccoli già formati.

Tre volte più nutriente del latte di bufala

Questi blattoidei sono stati monitorati per lungo tempo ed in seguito a delle approfondite analisi della zoologa dell’Università dell’Iowa Barbara Stay sui cristalli di proteine all’interno del liquido embrionale, si è scoperto che si tratta di una delle sostanze più nutrienti e caloriche al mondo. Già in una precedente ricerca risalente al 2016, pubblicata sulla rivista ufficiale del UICRJ (International Union of Crystallography), era stato dimostrato che i cristalli di questo “latte” possiedono riserve energetiche tre volte maggiori rispetto al latte di bufala, di per sé già più nutriente del comune latte vaccino.

Come verrà prodotto in futuro il latte di scarafaggio?

Alla luce di tale scoperta è lecito domandarsi come potrebbero essere dei futuri allevamenti di scarafaggi o se sia possibile “mungere” questi insetti. In realtà l’intenzione dei ricercatori è quella di isolare il gene della proteina e riprodurla in delle vasche di coltura microbiologiche. Come nel caso della carne sintetica si tratterebbe quindi di un alimento prodotto in laboratorio. Quest’ultimo dettaglio renderebbe il prodotto più appetibile e “accettabile” agli occhi di possibili consumatori, considerato il fatto che le blatte sono fra gli animali meno apprezzati del regno degli insetti.

latte-di-scarafaggio

Al di là dell’origine di questo novel food, per gli scienziati potrebbe essere la soluzione per risolvere il problema della malnutrizione dei bambini in molte aree povere del Mondo trattandosi di un alimento a tutti gli effetti completo e ricco di calcio, zinco, ferro e proteine.

E voi sareste curiosi di provarlo?

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Niente insetti nei piatti degli italiani: la smentita del Ministero della Salute

Via libera alla vendita di insetti commestibili dal 2018: ecco che ne pensano gli italiani