L’assetto economico e finanziario del prossimo futuro

L’assetto economico e finanziario del prossimo futuro

- in Economia
1040
0

Non si prospettano tempi facili per l’attuale situazione socio-economica globale. Il sistema finanziario vigente si mostra sempre più debole e il suo collasso potrebbe non essere lontano.

Questo però, non deve spaventare, in quanto quello attuale è solo uno dei tanti assetti economici possibili e quindi un nuovo equilibrio potrebbe venire a crearsi. Nel frattempo, la situazione odierna non è rosea e occorre che le cose cambino in fretta, prima che arrivino tempi duri. É necessario, quindi, che chiunque non abbia pensato di mettere al riparo i beni immobili o le proprie società, provveda al più presto.

Le prove dell’imminente crisi economica mondiale sono date da grafici come quello del Baltic Dry Index che monitora il traffico di materie prime come carbone e ferro, dando anche una stima della domanda globale. In realtà, il grafico ha mostrato un picco negativo già nel 1985, facendo intuire che gli strascichi di questo profondo malessere fossero presenti da più di vent’anni. Inoltre, sono presenti anche degli indici specifici che non danno notizie incoraggianti: uno di questi è la velocità di circolazione dello stock monetario, il quale rappresenta la frequenza con cui viene speso il dollaro in un certo arco di tempo. Tale indice, quindi, registra una velocità estremamente bassa, pari allo zero. Considerato che l’andamento del dollaro rispecchia l’andamento dell’economia mondiale, si può facilmente dedurre che la recessione è vicina. Questo perché ciò che conta è il passaggio di denaro, ossia quanto tempo esso rimane in circolazione prima di essere investito in beni materiali.

L’ultimo inquietante dato viene rivelato dalla quotazione Nymex che serve a dare una visione generale sull’andamento dei mercati per quanto riguarda il petrolio. Da sempre, esso rappresenta un fulcro intorno al quale ruota l’economia globale, rappresentando al momento la principale forma di combustibile utilizzata. Ebbene, i risultati di questo grafico hanno mostrato una serie di picchi negativi molto preoccupanti, che metterebbero in seria difficoltà l’assetto politico ed economico di interi Paesi.

Questi dati sono certamente conosciuti ai personaggi influenti dell’economia globale ma non se ne parla prima di tutto per non creare allarmismo ed eccessive preoccupazioni che potrebbero portare ad effetti ancora più catastrofici nelle borse, con la creazione di un caos insano che porterebbe solo peggioramenti della situazione. Interi team di esperti, quindi, valutano giorno dopo giorno quale possa essere la soluzione migliore per arginare l’imminente tracollo e diverse sono le opportunità che si prospettano, le quali, al momento, puntano per esempio sulle alternative al greggio come combustibile. Infatti, sviluppare sistemi più naturali (per esempio l’energia solare), aiuterebbe a dare una nuova mobilità al denaro. Infatti, l’assetto attualmente presente, seppur precario, è mutevole di cambiamenti e riuscendo ad agire in modo concreto già da ora, si potrebbe tranquillamente scongiurare il peggio. Il piano economico che verrà deciso per salvare i sistemi finanziari globali dovrà tenere conto dei bisogni primari e di prima necessità, puntando su quelli per creare nuovi progetti economici in grado di risollevare le sorti dell’economia.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di