La vita eterna esiste. Ce lo dice la fisica quantistica.

La vita eterna esiste. Ce lo dice la fisica quantistica.

- in Scienza
2399
0

Einstein ci avrebbe preso in giro? A quanto pare è proprio così. O magari non è che volesse farlo, semplicemente le sue teorie appaiono errate, in base agli ultimi studi e alle ultime scoperte effettuate al Cern di Ginevra sulla meccanica quantistica. Gli studiosi sono giunti alla conclusione che esiste una connessione tra particelle che prima erano unite e poi sono state separate. E questa connessione e la relativa comunicazione tra di esse rimane costante nel tempo. La scoperta appare sensazionale perché, oltretutto, mette in dubbio tutte le teorie portate avanti nel corso dei secoli dalla scienza classica.

La fisica quantistica è stata rifiutata per molto tempo dagli scienziati tradizionali. E invece, in base agli studi del Cern, è una scienza fondamentale, soprattutto per fondare una nuova concezione dell’universo. Quello che appare ancora più incredibile è che la fisica quantistica, distaccandosi dalle concezioni scientifiche più classiche, si avvicina invece alle concezioni della Chiesa Cattolica. In parole povere, questa scienza confermerebbe l’esistenza dell’anima, negando la temporalità della vita stessa. Insomma Gesù e i suoi discepoli non erano poi così folli nel sostenere che esiste una vita dopo la morte.

Le critiche da parte della scienza classica alla fisica quantistica si sono sempre basate sul fatto che quanto viene affermato da quest’ultima non è percepibile dall’uomo, che può rendersi conto del trascorrere del tempo, in base all’invecchiamento e al deteriorarsi della materia, che sia essa parte di un essere vivente o parte di un oggetto inanimato. Nel momento in cui si tenta di spiegare che questa temporalità che gli uomini percepiscono non esiste realmente si va incontro a una serie di difficoltà e di resistenze da parte di chi necessita di una spiegazione razionale, come gli scienziati. Il problema è far ragionare le persone in termini diversi da quelli con cui hanno ragionato per anni, anzi addirittura per secoli.

Alla luce di queste nuove scoperte nell’ambito della fisica quantistica cambia completamente la concezione dell’universo. Tutto quello che abbiamo creduto finora inizia a vacillare, nonostante tuttora la maggior parte degli scienziati continui a negare. Ma il fatto che queste rivelazioni arrivino dal Cern di Ginevra e non da un piccolo laboratorio sconosciuto in qualche piccolo paese sperduto degli Stati Uniti o della Russia, fa riflettere sulla loro veridicità. Se fino ad ora abbiamo creduto che tutti i fenomeni fisici e chimici che avvengono in natura si svolgono all’interno dello spazio-tempo, improvvisamente ci ritroviamo a dover pensare a uno spazio-atemporale. E questo cambia tutto.

In base a quanto scoperto e spiegato effettivamente finora, la comunicazione tra le particelle subatomiche (di cui è stata dimostrata l’esistenza) avviene in un universo a-temporale e a-spaziale, ossia senza un tempo e uno spazio ben definiti e circoscritti. Chiaramente sono ancora tanti gli studi che andranno fatti sull’argomento nel corso dei prossimi anni, ma già questi pochi concetti rivoluzionano il concetto di vita stessa. E a questo punto è anche facile intuire perché nel corso dei secoli i fisici quantistici siano stati trattati come scienziati di serie b e siano stati fortemente contrastati dagli organi di governo. Le loro teorie diventano pericolose per chi vuole governare il mondo e determinare i destini degli uomini. Queste teorie cambiano tutto.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di