La vera bellezza femminile deve esprimere la fertilità?

La vera bellezza femminile deve esprimere la fertilità?

- in Donna
569
0

Esiste il corpo femminile perfetto? Per la scienza la risposta è sì! Se questa affermazione non ti sorprende aspetta di scoprire come dovrebbe essere il corpo della donna perfetta… Non ha nulla in comune con quelli che sono i “normali” canoni dell’industria della moda. I ricercatori dell’Università del Texas affermano che la donna perfetta dovrebbe essere alta 1,68 metri e avere delle misure pari a: 99-63-91.

Se non riesci ad immaginartela sulla base di questi numeri, guarda la foto destra nell’immagine. Questa donna è Kelly Brook, una modella/attrice inglese. Molti si riferirebbero a lei definendola “paffuta” e così fece anche un talent scout agli esordi della carriera di Kelly nel mondo della moda.

Ma, secondo gli scienziati, il corpo completamente naturale di Kelly è perfetto in termini di attrattività. Se ti stai chiedendo cosa sia a renderla così attraente, sappi che la risposta scientifica, coincide con la caratteristica più importante per un essere umano: la fertilità!

A parte tutto, la funzione primaria per gli individui di ogni specie, è la capacità di sostenere le generazioni future. Questa capacità non passa solo attraverso la gravidanza ma anche tramite l’alimentazione. Gli uomini vengono attratti da donne che presentano caratteristiche del viso e del corpo, come nel caso di Kelly Brook, associabili a buona salute e giovinezza. Questa attrazione trascende i retaggi culturali. Alcuni studi hanno dimostrato che due uomini, provenienti da paesi diversi e con tradizioni diverse, saranno attratti dalla stessa donna giovane e in salute.

Il corpo femminile dal punto di vista archetipico

I simboli archetipici del femminile sono il cerchio e tutte le forme e gli andamenti sinuosi, ruotanti, tondeggianti, segni e spazi che si snodano lungo curve e circuiti sinusoidali. La donna infatti racchiude il potere della ciclicità, dell’accoglienza e della morbidezza.

Nella società di oggi invece si vuole proporre un’immagine opposta dove il femminile viene represso, nascosto e addirittura odiato! Ma questa non è altro che la naturale conseguenza di come nel corso della storia dell’umanità il femminile sacro è stato ostacolato in ogni sua forma come l’amore per la natura (stregoneria), intuizione (magia), corpo (sessualità non concessa), ecc.

Il tentativo di cambiare il proprio corpo non è qualcosa di moderno

L’anoressia, rimedi invasivi e il tentativo di cambiare la propria femminilità ha secoli di storia. Da sempre molte donne sono intervenute sul proprio corpo in modo anche violento, sottoponendosi a vere e proprie torture pur di rientrare nei modelli estetici del momento: dai busti di stecche di balena, usati dalle donne del Settecento e Ottocento per strizzarsi le membra fino a spezzarsi le costole pur di avere un vitino di vespa, ai vertiginosi tacchi a spillo di epoca più recente indossati per rendere le gambe più lunghe e slanciate.

Un piedino piccolo su una donna è molto bello” recitava l’antica tradizione cinese: il che portò milioni di genitori a rompere l’arco del piede delle proprie figlie per poi costringerlo in una bendatura strettissima al fine di ottenere quella particolare e “aggraziata” andatura.

Se le donne cinesi si bendavano i piedi per impedirne la crescita, quelle giapponesi si coloravano artificialmente il volto con polvere di riso per renderlo bianchissimo e le dame del Settecento usavano mettere finti nei e coloravano di rosso acceso gli zigomi per esaltare la loro bellezza.

Allora perché le modelle sono tutte magre?

Se il vero femminile non è quello che ci propinano la televisione e i giornali, allora perché continua ad essere diffuso? Semplicemente perché vogliono vendere vestiti e non trasmettere l’idea della fertilità. Inoltre è più attraente l’idea di doversi migliorare costantemente per essere come un “idolo” piuttosto che accettarsi per come si è.

Jennifer Lee, ex collaboratrice dello stilista Karl Lagerfeld (a capo della casa stilistica Chanel) ha rivelato che  le modelle vengono assunte in base alla loro capacità dievidenziare la struttura e le linee dell’abito che indossano. Ecco perché vediamo poche modelle che assomigliano a Kelly Brook!

Ma mentre sulle passerelle sfilano modelle magrissime,  scientificamente, gli uomini preferirebbero donne con forme maggiori. Essere troppo magri, è indice di insalubrità, e può portare molti problemi… ovviamente anche l’obesità non è salutare. Bisogna trovare il giusto equilibrio.

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la