La tinta per capelli aumenta il rischio di tumore al seno

La tinta per capelli aumenta il rischio di tumore al seno

- in Donna, Salute
556
0

Alcune sostanze contenute nelle tinte chimiche potrebbero danneggiare il sistema endocrino causando il cancro al seno: ecco i dettagli della ricerca di uno specialista senologo

Secondo una recente ricerca britannica, le tinte per capelli potrebbero causare il tumore al seno. Dietro questo comunissimo gesto di bellezza si potrebbe nascondere quindi una vera e propria minaccia per la salute di molte donne e non solo. La conferma arriva dallo specialista senologo Kefah Mokbel, dell’Ospedale Princess Grace di Londra, che ha riscontrato come le donne che fanno la colorazione permanente ai capelli, sia dal parrucchiere che in casa, abbiamo una maggiore percentuale di possibilità di ammalarsi di cancro al seno.

Le donne che tingono i propri capelli hanno il 14% di probabilità in più di sviluppare un tumore al seno”, ha dichiarato l’esperto. La causa sarebbero le sostanze sintetiche presenti all’interno delle tinte, come ad esempio le ammine aromatiche, contenenti estrogeni o comunque sostanze che, una volta assorbite dalla cute, interferiscono con il sistema endocrino. Lo specialista ha raccomandato di non tingersi i capelli più di 6 volte all’anno in modo che tali prodotti non vadano ad incidere pesantemente sulla salute. Sotto accusa dunque le tinture chimiche, sia quelle “fai da te” che si acquistano nei supermarket, sia quelle impiegate nei saloni dei parrucchieri.

La correlazione fra tumore al seno e tinture per i capelli è un argomento dibattuto da molti anni in campo medico scientifico: sinora però non si è riusciti a fare ancora del tutto chiarezza in merito. Anche un’altra ricerca americana, pubblicata sulla rivista scientifica Carcinogenesis, si era occupata diversi mesi fa di indagare sulla medesima questione confermando il legame fra tinture ed insorgenza di carcinoma mammario, tuttavia i dati sono ancora incompleti.

Ciò non significa, però, che occorra obbligatoriamente rinunciare a tingersi i capelli, se lo si desidera. Secondo il dottor Mokbel, in attesa di ulteriori conferme del suo studio, sarebbe meglio optare per dei coloranti naturali, come ad esempio le erbe tintorie, e sottoporsi annualmente a degli screening preventivi a partire dai 40 anni. Proseguire la ricerca quindi è indispensabile per stabilire con chiarezza il legame fra tumori e tinture in modo da poter eliminare, in futuro, le sostanze cancerogene dai prodotti.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Codacons: altro che crisi, affari per 8 miliardi di euro per astrologi e maghi

Il settore dell’occulto non conosce crisi in Italia: