La squadra nazista “Ostelbien Dornburg” in Germania

La squadra nazista “Ostelbien Dornburg” in Germania

- in Sport
741
0

Il mondo è colmo di gente strana, e di questo non bisogna stupirsi; anche il mondo dello sport, spesso e volentieri, accoglie personaggi non propriamente positivi.


Un caso eclatante che conferma quest’ultima affermazione lo rinveniamo nella squadra FC Ostelbien Dornburg, una squadra di calcio tedesca nata nel 2011 con un grande difetto: è composta unicamente da neonazisti.

Proprio così: una squadra di calcio che conta fra i propri affiliati solamente simpatizzanti per il nazionalsocialismo, e anzi forse qualcosa di più che semplici simpatizzanti, dato che gli atleti non sembrano farsi problemi nell’esprimere anche durante le loro partite l’orientamento politico prediletto.
Facciamo un po’ di ordine e cerchiamo di comprendere da dove venga esattamente questa squadra e quale potrebbe essere, visti i fatti, il suo destino.

La FC Ostelbien Dornburg nasce, come già detto, nel 2011 per volere della tifoseria ultras tedesca denominata “Blue White Street Elite”, che per i suoi comportamenti estremamente discriminatori, aggressivi e violenti (ben 17 appartenenti al gruppo erano dichiaratamente neonazisti) era stata sciolta dalla polizia. I suoi tifosi non si sono persi d’animo e si sono quasi immediatamente riorganizzati, questa volta in una vera e propria squadra di calcio. Elementi distintivi dei giocatori: teste rasate, espressioni minacciose e tatuaggi che lasciano poco all’immaginazione.

Per non farsi mancare nulla, come capitano della squadra è stato nominato l’ex fondatore della banda di ultras, Dennis Wesemann; il capitano quando gioca indossa la maglia numero 18, il cui riferimento al capo del partito Nazionalsocialista non è molto celato, dato che il numero “1” indica la prima lettera dell’alfabeto, la “A”, mentre il numero “8” indica l’ottava lettera, guarda caso la “H”. Proprio Wesemann si era fatto precedentemente notare per i suoi comportamenti spregiudicati e spesso violenti, che culminavano in episodi come pestaggi delle forze dell’ordine o addirittura dei giornalisti che osavano avvicinarsi. La situazione si rende ancora più preoccupante se si pensa che il capitano della FC Ostelbien Dornburg non ha ottenuto la carica di sindaco del proprio paese solamente per una manciata di voti.

Certo, come qualcuno ha fatto notare la squadra di calcio in questione fa parte di una categoria sportiva di dilettanti, nulla di particolarmente incisivo per quanto concerne lo sport tedesco, ma basti pensare che quest’anno la FC Ostelbien Dornburg rischia di non poter giocare il campionato della Kreisliga Jerichower Land Süd, proprio a causa di comportamenti scorretti che hanno rasentato il settore penale: insulti, violenze e altre infrazioni dello Statuto della Federazione perpetrate nei confronti di avversari, tifosi ed arbitri. E per quanto concerne quest’ultima categoria, si consideri che ben 59 dei 65 arbitri appartenenti alla Lega si è rifiutato di partecipare alle partite che vedono sul campo questa squadra di calcio.
Il boicottaggio prosegue ad opera di altre squadre; sono già 4 quelle che si sono rifiutate di affrontare in campo la FC Ostelbien Dornburg per dimostrare il loro disappunto nei confronti del suo comportamento.

La controversia in campo sportivo ha raggiunto anche la politica, dove taluno ha auspicato un intervento da parte della Federazione della Lega calcistica per porre finalmente un fine a questo seguito di comportamenti inaccettabili, discriminatori e completamente anti-sportivi, chiedendosi come possa una squadra così contraria ai valori civici e sportivi trovarsi ancora in campo.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di