La ripresa economica per l’Italia è ancora molto lontana

La ripresa economica per l’Italia è ancora molto lontana

- in Economia
1700
0
Fonte immagine: http://vocidallestero.it/2016/11/20/il-paziente-italiano-lanalisi-di-heiner-flassbeck-sulle-ragioni-della-crisi-economica-in-italia/

A dispetto degli annunci ottimisti degli ultimi anni, la ripresa economica in Italia non si è vista e, anzi, sembra essere ancora lontana: vediamo perché

Da poco meno di dieci anni l’Europa, e quindi anche l’Italia, si trova in una situazione di crisi economica che fra alti e bassi continua, con minimi segni di rilancio e immediati passi indietro, a condizionare in maniera negativa i bilanci dei vari Paesi. Allo stesso modo, da anni viene annunciata come imminente la ripresa economica, puntualmente poi smentita dai fatti; e analizzando con attenzione i dati, è più lecito pensare che tale ripresa non sia affatto dietro l’angolo, anzi.

Alcuni segnali lasciano presagire l’arrivo di nuove difficoltà; negli ultimi anni, soprattutto a cavallo fra 2014 e 2015, l’indebolimento dell’euro rispetto al dollaro aveva fatto aumentare l’export – in modo particolare proprio per l’Italia – dando a molti la sensazione che si fosse intrapresa la strada verso la ripresa economica. Si tratta però di un’illusione, poiché nei prossimi mesi è previsto un rafforzamento dell’euro rispetto al dollaro che finirà inevitabilmente per danneggiare l’export. Un calo delle esportazioni non può di sicuro essere visto come un segnale di rilancio. 

Fonte immagine: http://www.telepaceverona.it/radio/laboratorio-francesco-fabrizio-del-zio/

Un’altra boccata d’ossigeno era giunta grazie al crollo del prezzo del petrolio – passato da 100 a 30 dollari al barile, anche se poi a tale calo non era corrisposta una altrettanto netta diminuzione del costo della benzina nei distributori – con un conseguente risparmio sia per i cittadini che per le aziende nei costi dell’energia. Già negli ultimi mesi, però, il prezzo del petrolio è tornato a salire a 50 dollari al barile e sembra proprio destinato ad aumentare ancora, il che si tradurrà in rincari nelle bollette.

In più bisogna mettere in contro un nuovo aumento dello spread, che nelle ultime settimane ha ripreso a crescere, e il buonsenso suggerirebbe di iniziare a pensare a cosa potrebbe accadere nel prossimo futuro, visto che le condizioni per una ripresa economica non ci sono affatto, al contrario. Di ciò dovrebbe occuparsi la politica, quanto meno per non farsi trovare impreparata di fronte agli scenari economici che si prospettano, ma i nostri uomini politici sembrano impegnati in tutt’altro, forse perché sono i primi a credere ai loro annunci ottimisti che si risolvono poi in un nulla di fatto, senza che nessuno chieda conto dei loro errori e delle loro valutazioni sbagliate.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha