“La resistenza di Assad e l’avanzata dei curdi hanno messo in trappola la Turchia”

“La resistenza di Assad e l’avanzata dei curdi hanno messo in trappola la Turchia”

- in Mondo
475
0

Il presidente della commissione Esteri del Consiglio della Federazione Konstantin Kosachev ritiene che i bombardamenti delle forze armate turche contro le posizioni dei curdi siano provocati dalla trappola in cui si sono ritrovate le autorità di Ankara e dalla possibilità di essere escluse dai negoziati sulla Siria.

“La trappola è scaturita dal fallimento del principale obiettivo di Ankara: il rovesciamento del regime di Assad e la soppressione della popolazione curda del Paese. Il primo obiettivo non sembra più essere una delle priorità degli alleati occidentali di Ankara, mentre i curdi non sono mai stati nei piani dell’Occidente. Al posto della caduta del regime siriano può cadere Aleppo: questo scenario sancirebbe l’esclusione della Turchia dai negoziati sulla Siria”, — Kosachev ha affermato oggi, segnala “RIA Novosti”.

Ha osservato che la leadership turca dovrebbe tenere conto che l’Occidente potrebbe non sostenerla. Inoltre l’intervento diretto della Turchia nel conflitto potrebbe portare ad una guerra su vasta scala.

“Ma la Turchia dovrebbe sapere che non ha garantito l’appoggio dell’Occidente (scommette sui negoziati, l’escalation non è presa in considerazione); c’è il rischio di una guerra vera e propria con il coinvolgimento dell’Iran e, come se non bastasse, la Russia, ha già dimostrato la sua forza, così come la volontà e la capacità di poter intervenire,” — ha sottolineato.

Kosachev ha aggiunto che in questo scenario l’esercito siriano avrà tutte le ragioni per fornire un supporto completo a tutte le forze che si oppongono all’aggressione turca.

 

 

http://it.sputniknews.com/mondo/20160215/2099379/Siria-geopolitica-Russia-Iran-guerra.html#ixzz40QEX8J6r

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Lettera a Berlusconi, a Salvini e alla Toffa

QUATTRO PRECISE CONDIZIONI PER VOTARE FORZA ITALIA Commenti