La meditazione è un rimedio naturale contro i disturbi del sistema nervoso

La meditazione è un rimedio naturale contro i disturbi del sistema nervoso

- in Benessere
1265
0

Un team di ricercatori statunitensi ha scoperto che lo yoga tiene a bada l’ansia e previene la depressione. Scopriamo come e perché.

Lo yoga è in grado di cambiare la chimica nel cervello umano. A dirlo sono gli scienziati, che hanno voluto dimostrare come e perché la meditazione trasmetta un tale senso di felicità e di benessere dopo che la si è praticata. E hanno provato, tra l’altro, usando delle apposite imaging di tipo neurologico, che questa disciplina è un vero e proprio toccasana per chi soffre di problemi, più o meno gravi, al sistema nervoso. È stato approfondito, in particolar modo, come lo yoga agisca sul cervello nei soggetti affetti da ansia e depressione. Ed è stato accertato, dopo attenti studi, che è un rimedio naturale contro questi stessi disturbi, perché sarebbe in grado di influire sui livelli di acido y-amminobutirrico presenti nel cervello. Si tratta, in soldoni, del neurotrasmettitore che regola il raffreddamento del corpo e l’attività neuronale, il cui livello s’innalza notevolmente dopo una sessione di yoga. Molto più di quanto non faccia un normale ansiolitico che, tra l’altro, contenendo benzodiazepine, genera una forte dipendenza nei pazienti che ne fanno uso.

donna

Gli effetti benefici dello yoga sono legati al fatto che quest’attività combina respirazione, movimento e meditazione, aumentando del 27% i livelli di Gaba, cioè di acido y-amminobutirrico, nel corpo, ovvero più di quanto non facciano la lettura o altri hobby sedentari che svuotano la mente, che pure sono ottimi per contrastare l’ansia. Lo yoga, secondo l’Istituto Nazionale di Sanità degli Stati Uniti, avrebbe un altro potere: quello di placare o prevenire gli effetti e i sintomi del dolore neurologico cronico, diretta conseguenza dello stato di depressione. È un effetto della bassa quantità di materia grigia nel cervello, che porta a riscontrare problemi emotivi, disturbi della memoria, diminuzione delle funzioni cognitive e una totale intolleranza al dolore. I ricercatori hanno avuto modo di appurare, invece, che chi pratica lo yoga regolarmente ha molta più materia grigia in quelle aree laddove si genera il dolore. In pratica è come se la meditazione fosse, tra le altre cose, un antidolorifico.

Meditazione-Mudra

Uno studio condotto nel corso del 2012, pubblicato sulle colonne della rivista scientifica Complementary Therapies in Clinical Practice, aveva già messo in luce come lo yoga fosse consigliato alle donne in gravidanza. Lo stato interessante, si sa, porta con sé, oltre alla gioia della maternità, un’inspiegabile e infondata depressione. E sembra proprio che non ci sia niente di meglio dello yoga per risolvere a monte questo problema: una seduta di meditazione aiuta più di qualunque antidepressivo in commercio. Perché non provare?

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che