La fragola, l’antiossidante per eccellenza

La fragola, l’antiossidante per eccellenza

- in Alimentazione
510
0

La primavera è la stagione adatta per gustare le fragole, frutto gustoso e dalle mille proprietà benefiche, considerato l’antiossidante per eccellenza.

Le proprietà antiossidanti delle fragole sono dovute alla presenza di manganese (21%) che combatte i radicali liberi e riduce l’infiammazione cellulare prevenendo l’invecchiamento. Proprietà antiossidanti anche grazie all’antocianina, il pigmento che conferisce il colore alle fragole e che stimola la produzione di acido urico, importante per la funzione antiossidativa.
Non solo questo l’effetto positivo perché le fragole sono ricche di potassio, vitamina K e magnesio, elementi che aiutano a mantenere le ossa sane.
L’elevata quantità di acqua fa in modo che le fragole abbiano anche un basso apporto calorico (10 grammi contengono 30 calorie) e quindi sono indicate nelle diete ipocaloriche: a ciò si deve aggiungere il senso di sazietà indotto.
Finiscono qui i pregi delle fragole? Certamente no, infatti le fragole sono ricche di fibre che favoriscono la depurazione dell’intestino e aiutano a contrastare la cellulite grazie all’effetto detox e grazie alle proprietà idratanti dovute all’alto contenuto di acqua.
Da non sottovalutare l’apporto di vitamina C: bastano 8 fragole per eguagliare un’arancia, che garantisce l’assorbimento di ferro, a sua volta responsabile della produzione di globuli rossi e quindi utile negli stati anemici.
Effetti positivi vi sono nel caso in cui si sia affetti da patologie all’apparato osteoarticolare come osteoartrite, ma anche asma e aterosclerosi: in questo caso il merito è dei fenoli che hanno proprietà antinfiammatorie. Le fragole infine contengono acido acetilsalicilico, da tutti conosciuto perché alla base della preparazione delle aspirine.
È elevato anche il contenuto di fosforo e xilitolo che aiutano a rinforzare e proteggere i denti dalla placca.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di