La fine del mondo è rimandata, lo annuncia il Governo Russo

39

La fine del mondo, almeno per quanto riguarda la fatidica data del 21 dicembre 2012, è rimandata.

Ad annunciarlo è il Governo Russo. Mentre in tutto il mondo sono tante le persone che hanno iniziato il conto alla rovescia, e stanno facendo tutto ciò che desideravano fare prima di morire, la profezia dei Maya non dovrebbe avverarsi. A “rimandare” la fine del mondo ci pensa Vladimir Puchkov, ministro del Governo Russo con delega a Protezione Civile e alle Emergenze.

Lo stesso, nel tranquillizzare i suoi cittadini e quelli di tutto il mondo: “La fine del mondo è rimandata –ha dichiarato il Ministro Puchkov- la terra non è giunta alla fine dei suoi tempo, non accadrà un bel niente il 21 dicembre”. L’intervento del Ministro russo si è reso necessario dopo che, all’interno della popolazione, si è creata un bel po’ di confusione e panico. Per questo le rassicurazioni.

“Non serve fare scorti di beni, non serve fare ciò che non è stato fatto fino ad ora –ha continuato Puchkov- non succederà nulla, potete stare tranquilli”. Ma non sembra aver fatto effetto l’intervento del rappresentante del governo russo: infatti, nelle regioni della Siberia, moltissime persone hanno già provveduto a fare la scorta di fiammiferi, candele e di vivere per non farsi trovare impreparati. Profezia dei Maya, quindi, che non farà alcun effetto, e fine del mondo rinviata?

Il ministro russo rincara la dose, e dichiara: “Le catastrofe globali accadano una volta sola in tantissimi milioni di anni, e penso che nel mondo, il 21 dicembre, non si verificherà nessun cataclisma. Nulla da allarmarsi”. Per ora, quindi, tra i più scettici, sembra essere rimandata la tanto discussa “Profezia dei Maya”, che tanto panico crea in tutto il mondo per la “catastrofe” tanto discussa.