La Corea del Sud prepara un piano contro i nordcoreani

La Corea del Sud prepara un piano contro i nordcoreani

- in Mondo
357
0

Il quinto test nucleare svolto dalla Corea del Nord ha creato grande preoccupazione in tutto il mondo. La replica da Seul: “Siamo pronti ad annientarli!”

L’ultimo test atomico effettuato dalla Corea del Nord – il quinto della serie – ha generato reazioni allarmate in tutto il mondo. L’esplosione è stata la più potente fra quelle registrate finora, paragonabile all’ordigno sganciato su Hiroshima nell’agosto del 1945, e ha causato un terremoto di magnitudo superiore a 5. In tanti hanno espresso preoccupazione, mentre la Corea del Sud ha lanciato un segnale ai dirimpettai: “Siamo pronti ad annientarvi”.

Una fonte militare sudcoreana ha infatti riferito alla Bbc che a Seul è in preparazione un piano per annientare la Corea del Nord qualora dovesse emergere l’intenzione, da parte dei nordcoreani, di organizzare un attacco nucleare. Nel mirino dell’avvertimento della Corea del Sud c’è in particolare Pyongyang, capitale nordcoreana. L’intimidazione non ha suscitato particolare preoccupazione in Nord Corea, dato che sono state confermate le voci secondo cui il leader supremo Kim Jong-un ha dato l’ok per un nuovo test nucleare.

La minaccia da parte di Seul di scagliare missili balistici per radere al suolo e “cancellare dalle cartine” (questa l’espressione usata dall’anonimo esponente militare della Corea del Sud) Pyongyang non sembra dunque aver sortito alcun effetto. La situazione è al momento piuttosto tesa, anche perché secondo molti esperti militari la potenza di fuoco della Corea del Nord è in continua crescita e c’è chi assicura che entro il 2020 i nordcoreani avranno a disposizione testate nucleari capaci di colpire pure le grandi città americane.

L’arsenale di Pyongyang viene definito “tecnologicamente avanzato”, costituito da missili leggeri e veloci. Il timore che la Corea del Nord stia pianificando un attacco nucleare contro i suoi “nemici” appare dunque più concreto di quanto pensino in tanti, in primis gli Stati Uniti, vero “bersaglio” di questi test. Pyongyang ha dato inizio ai propri esperimenti nucleari nel 2006 e dieci anni di sanzioni Onu non sono servite a far interrompere tali test.

L’impressione è che i progressi nordcoreani abbiano colto un po’ tutti di sorpresa: manca infatti una precisa strategia di contrasto (un pericoloso muro contro muro? Un’apertura nei confronti di Kim Jong-un, per riportarlo a più miti consigli?) all’escalation nucleare di Pyongyang, a dispetto delle minacciose dichiarazioni che arrivano da Seul.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la