Khoudia Diop: la Dea della Melanina

Khoudia Diop: la Dea della Melanina

- in Moda & Bellezza
1258
0

Troppo nera: quando il colore della pelle è una chiave per il successo.

Quando si parla di colore della pelle ancora oggi, purtroppo, la discriminazione si fa sentire, almeno fino a quando non si diventa famosi. Come nel caso di Khoudia Diop, modella senegalese che da piccola veniva spesso presa in giro in maniera anche drammatica per il colore della sua pelle che non è nera, ma nerissima, quasi color ebano. Nera tra le nere, Khoudia Diop è anche una bellissima ragazza, tanto che oggi ha affiancato allo studio la carriera da modella. La sua fama è arrivata grazie alla campagna The Colored Girl, una piattaforma che, tramite foto di ragazze di diversi colori della pelle, celebra l’uguaglianza tra le razze ponendosi come un vero e proprio manifesto anti-razzista.

La storia di Khoudia Diop è simile a quella di molte modelle che da bambine venivano prese in giro per la troppa magrezze e da ragazzine per la troppa altezza. Solo che la discriminazione per Khoudia veniva soprattutto dal colore della pelle, troppo nera. Tuttavia, come molte altre ragazze, anche Khoudia ha saputo imparare ad apprezzare il colore della sua pelle e a farne il suo punto di forza, la sua peculiarità, tanto da scegliere un nome d’arte che richiamasse proprio il suo colore di pelle: Melanine Godness (Dea della Melanina).
Oggi, Khoudia Diop vive a New York ed è una modella di successo, seguita sui social, fotografata ed apprezzata da molti dei grandi nomi del settore della moda. Tuttavia non può dimenticare i momenti di difficoltà avuti da ragazzina, che ritornano ogni volta che, ancora oggi, legge commenti sul colore della sua pelle.

bluelipstick

Cresciuta e maturata, Khoudia sulla sua pelle riesce a scherzarci e a non lasciarsi ferire da commenti razzisti, come già prima di lei aveva fatto Winnie Harlow, un’altra storia, sempre legata a un colore della pelle diverso. Khoudia è troppo nera, Winnie ha la vitiligine che le crea macchie bianche sulla pelle scura. Ma entrambe hanno imparato ad amare il proprio colore della pelle e, soprattutto, a capire che non è il colore che rende belle ed apprezzate ma sono soprattutto il carattere e la personalità. E allora si comprende più facilmente perché Khoudia Diop continua a mandare un messaggio a tutte le ragazze che considera sorelle, ossia quelle che vengono derise per il colore della pelle, troppo chiara o troppo scura, troppo piena di lentiggini o di nei: la bellezza è quella che si ha dentro, quella che i bulli probabilmente non potranno vedere mai.

Oggi Khoudia Diop ha diciannove anni, studia e lavora come modella ed è soddisfatta di se stessa e della sua vita, ma la sua principale attenzione resta nel campo della lotta alla discriminazione razziale. Per questo continua a lavorare al progetto The Colored Girl, che le ha dato fama e che le permette di evidenziare come il colore della pelle non sia un ostacolo, né alla bellezza né alla realizzazione della persona.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che