Integratori e vitamine sintetiche accorciano la vita?

33

Vitamine e integratori assunti da milioni di persone non aumentano l’aspettativa di vita e potrebbero aumentare il rischio di morte prematura, secondo un’analisi di 67 studi con 230.000 persone coinvolte.

E’ quanto emerge da uno studio condotto dall’università di Copenhagen e finanziata dalla Cochrane Collaboration. I ricercatori hanno confrontato lo stato di salute di 233 mila persone, alcune delle quali avevano assunto integratori, altre semplice placebo.

La conclusione? Non c’è nessuna prova convincente che gli integratori riducano il rischio di ammalarsi, mentre sembrerebbe provato che alcune vitamine interferirebbero con le difese del corpo umano, aumentando la mortalità.

In particolare, la vitamina A determinerebbe un aumento di mortalità del 16%, il betacarotene del 7% e la vitamina E del 4%. La vitamina C, invece, non avrebbe effetti negativi sulla salute, ma neanche positivi.

Questi dati preoccuperanno sicuramente moltissime persone: nella sola Gran Bretagna sarebbero circa 12 milioni le persone che fanno uso di questi prodotti, generando un giro di affari di 500 milioni di euro all’anno.

Lo studio danese prende in considerazione solo le vitamine sintetiche, non quelle contenute in frutta e verdura: non sono quindi le vitamine in sé ad essere potenzialmente dannose, ma solo gli integratori sintetici. Il consiglio del nutrizionista, infatti, è di compensare eventuali carenze con una buona alimentazione, preferibilmente sotto controllo medico.

Lo studio conclude dicendo che mentre sono solide le evidenze dei benefici di mangiare molta frutta e verdura, l’assunzione di integratori è inutile e in molti casi deleteria. ]

Ma forse, visti gli enormi interessi economici in gioco delle case farmaceutiche, non poteva essere che così.

 

 

http://www.dionidream.com/integratori-e-vitamine-sintetiche-accorciano-la-vita/