Inghilterra: 70 milioni di sterline per potenziare armi, tabacco e alcolici?

79

Grande investimento in diversi settori in Inghilterra: oltre settanta i milioni di sterline sfruttati per potenziare il settore delle armi, del tabacco e degli alcolici leggeri. Ma il parlamento inglese non approva tale comportamento.

Polemica per le scelte degli abitanti della zona del Camden, nel nord di Londra, in quanto queste persone hanno finanziato piccole imprese d’armi, tabacco e bevande alcoliche, al contrario di quanto stabilito con la politica d’investimento stipulata con le compagnie di maggior importanza in Inghilterra.
Sotto alcuni punti di vista, queste aziende hanno visto tali azioni come un’operazione di contrabbando, visto che il trattato relativo agli investimenti è stato completamente violato.
Nello specifico, sono undici i milioni di sterline investiti nel settore della manifattura, e quaranta invece quelli nel tabacco.
Inoltre, altri dieci milioni di sterline sono stati investiti nel settore delle armi.
La situazione in Inghilterra dunque si è fatta tesa: a parlare in prima persona è stato Andrew Smith, rappresentante della campagnia contro il traffico d’armi, sostenendo che le azioni della popolazione del Camden non fa altro che aumentare la tensione nel territorio inglese e il potenziale terrorismo mondiale.
La polemica investe anche il settore della salute, visto che in Inghilterra questi tre elementi, ovvero tabacco, alcol, droga e armi, sono visti come i più grandi e letali nemici della salute di una persona.
Il parlamento inglese sembra sia unito sotto questo fronte, accusando dunque le persone che hanno investito in questi settori e definendole come poco attente a tutte le leggi relative alla sicurezza e alla salute delle persone.

Il team di BreakNotizie