In viaggio tra Miami e New Orleans: cosa vedere

In viaggio tra Miami e New Orleans: cosa vedere

- in Viaggi
1611
0

Se si vuole visitare il pieno sud degli Stati Uniti d’America, sia Miami che New Orleans sono due tappe d’eccezione, sebbene dalle caratteristiche e dalla storia completamente differenti. La scarsa lontananza tra la città della Florida e quella della Louisiana permette di includere entrambe in un unico viaggio, a patto che non si abbiano a disposizione pochissimi giorni per il proprio soggiorno.

Sebbene l’immagine classica della città della Florida proponga solamente spiagge bianche e mare cristallino, Miami, in realtà, vanta una storia davvero antica rispetto a tanti altri centri abitati degli Stati Uniti: proprio dove ora sorge la città, circa 10000 anni fa si insediarono i nativi americani che lasciarono nei secoli il posto a diversi colonizzatori, primi tra tutti gli spagnoli che occuparono la zona nel sedicesimo secolo.
Per immergersi nella storia di Miami, si possono visitare i tre principali siti archeologici, a testimonianza degli antichi abitanti: il Miami Circle, vasta area sepolcrale risalente al quarto secolo a.C. e la grande area archeologica di River Rapids.

Se invece si vuole ammirare un paesaggio ben più moderno, ci si può avventurare nel quartiere di Downtown, attraversato da un sistema di trasporto molto diverso da quelli cui siamo abituati: Metromover è una rete metropolitana sopraelevata che permette di ammirare dall’alto l’intero quartiere, spaziando con lo sguardo fino a Miami Beach e passando sulla zona più futuristica della città, il Wynwood Art Distric.

Ma il cuore pulsante di Miami è sicuramente la sua meravigliosa costa, Miami Beach, con il suo paesaggio da sogno di spiagge bianche e mare cristallino, patria del surf e degli sport acquatici, ma anche dello shopping: le strade che si affacciano sul lungomare, infatti, sono piene di griffe e vetrine e attirano moltissimi turisti tutto l’anno.

Completamente diversa, invece, l’altra città del sud per eccellenza, New Orleans, la culla del jazz, che tra queste strade è nato e si è diffuso, risuonando ancora tra le strade e le piazze dei quartieri storici, primo fra tutti il French Quarter, o quartiere francese, vero centro storico e culturale di New Orleans: le classiche abitazioni basse e caratteristiche, i tanti locali dove si suona musica dal vivo e le lussuose ville della Uptown attirano ogni giorno moltissimi visitatori.

Completamente diverso, sebbene a pochi minuti di strada dal quartiere francese, il Garden District offre uno splendido scenario per una passeggiata tra gli edifici dalla classica architettura anglosassone risalenti al periodo coloniale, tra viali alberati e siepi fiorite.

Molto interessanti, sia per l’architettura che per lo spaccato storico che offrono, sono i cimiteri della città, ricchi e sontuosi ma anche affascinanti per la storia di magia per la quale New Orleans è nota in tutto il mondo: il St. Louis Cemetery, in particolare, offre tour guidati che accompagnano tra le tombe più famose e antiche sotto gli imponenti alberi che sovrastano le vie interne.

Infine, se ci si trova a New Orleans, è d’obbligo un giro in battello sul Mississippi: a disposizione dei turisti, infatti, ci sono ancora splendidi esempi di imbarcazione a motore dal sapore ottocentesco, per un vero ed indimenticabile tuffo nel passato.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di