Il test di Barney: ecco come scoprire se la tua tiroide funziona correttamente

Il test di Barney: ecco come scoprire se la tua tiroide funziona correttamente

- in Salute
439
0
tiroide

Molte persone al giorno d’oggi soffrono di problemi legati al malfunzionamento della tiroide. Provate questo semplice test a casa con un termometro per scoprire se siete fra queste.

La tiroide è una ghiandola che ha una forma molto simile a quella di una farfalla ad ali spiegate ed è situata all’altezza del collo, appena sopra le clavicole. Attraverso questa ghiandola vengono prodotti degli ormoni necessari a controllare il ritmo di molte attività dell’organismo, fra cui il battito del cuore e la velocità con la quale vengono bruciate le calorie e quindi la regolazione del metabolismo del corpo.

Sintomi di ipotiroidismo ed ipertiroidismo

Alcune persone, molte più di quanto non si pensi, hanno problemi con la tiroide e non ne sono consapevoli: incapacità di perdere peso o frequente obesità, persino seguendo una dieta sana e bilanciata e conducendo una vita attiva, sono talvolta indice di un malfunzionamento della tiroide (ipotiroidismo), che se non trattato in maniera corretta o rilevato in tempo può implicare una serie di complicazioni mediche. Nel caso dell’ipotiroidismo i sintomi principali dovuti ad una bassa produzione di ormoni sono depressione, mal di testa cronico, stanchezza, colorito pallido e pelle secca, costipazione, perdita di capelli e particolare sensibilità al freddo.

Un altro sintomo di malfunzionamento della tiroide può essere anche il caso opposto, ossia cali di peso ingiustificati nonostante un’alimentazione sostanziosa ed una vita sedentaria: in tal caso si parla di ipertiroidismo. I sintomi più evidenti dovuti ad un’attività eccessiva della tiroide sono, oltre alla perdita di peso, l’insonnia, il nervosismo ed occhi più sporgenti del normale.

Il Test di Barney

Se si nota qualche sintomo attribuibile alla tiroide, prima di andare dal medico, si può effettuare un semplice test casalingo utilizzando un comune termometro. Tutto quello che occorre fare è misurare la propria temperatura corporea, possibilmente al mattino, appena svegli. A seconda del valore segnato dal termometro potremo avere differenti diagnosi.

Questa prova molto semplice si chiama test di Barney e si basa sul principio secondo il quale la tiroide riflette il tasso metabolico dell’organismo ed il calore che si genera per via del metabolismo, pertanto rilevare la temperatura corporea è utile per avere degli indizi sul funzionamento della ghiandola tiroidea.

Cosa ci rivela la nostra temperatura corporea

Pertanto, se la tiroide funziona correttamente, la temperatura corporea misurata si aggirerà fra i 36,5°C e i 36,8°C. Se la temperatura, invece, è inferiore ai 36,5°C significa che il lavoro della tiroide è più “lento”, dunque si parla di ipotiroidismo. Se, al contrario, la temperatura è alta e supera i 36,8°C significa che siamo di fronte ad una condizione di ipertiroidismo. In questo caso, però, vi è anche la possibilità che la temperatura alta sia sintomo di un’infezione, difatti, per avere la certezza della diagnosi occorre ripetere la misurazione della temperatura per tre giorni di seguito. Se i parametri risulteranno essere superiori o inferiori rispetto allo standard indicato, è meglio rivolgersi al proprio medico per considerare ulteriori approfondimenti medici ed opportune cure.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Alla scoperta della luffa, spugna vegetale da coltivare in casa

Sapevate che è possibile coltivare delle spugne 100%