Il governo apre finalmente gli occhi: gli sbarchi dei migranti non sono “casuali”

Il governo apre finalmente gli occhi: gli sbarchi dei migranti non sono “casuali”

- in Italia, Polemica
2009
0
Fonte immagine: http://www.zoom24.it/2016/06/02/emergenza-migranti-laccoglienza-un-business-milionario-coop-associazioni-21078/

Il recente incremento del numero degli sbarchi ha portato finalmente il governo italiano ad aprire gli occhi: dietro potrebbe esserci una “regia” che li guida

Dall’inizio del 2017 sono stati oltre 37 mila i migranti soccorsi in mare: un numero da record che ha obbligato il governo ad aprire gli occhi su un fenomeno sul quale da tempo ci si interroga. Ora anche chi guida il Paese ha iniziato a pensare che i continui sbarchi non siano affatto “casuali” e che dietro di essi si celi una sorta di “regia” che li orchestra. Al centro delle indagini sono finite anche le organizzazioni umanitarie e i loro conti in molti casi poco trasparenti.

A far drizzare le antenne del governo sono stati i numerosi sbarchi dei giorni precedenti e successivi alla Pasqua, durante i quali quasi 9 mila migranti hanno raggiunto le nostre coste; un numero fin troppo elevato per i piccoli e male organizzati porti libici; decine e decine di barconi, se le cose stanno realmente così, sono salpati tutti insieme dalla Libia diretti verso le navi delle organizzazioni umanitarie. La frequenza così ravvicinata di nuovi sbarchi, inoltre, ha mandato in tilt il sistema-accoglienza messo a punto dal governo, per via dei numeri decisamente superiori rispetto al previsto.

1489526083-dcs

Per questo si è iniziato a parlare di un’organizzazione logistica curata nei minimi particolari, con metodica quasi militare, dietro a tali sbarchi che di casuale ormai hanno davvero ben poco; è stata avviata un’indagine in tal senso e i primi riscontri fanno propendere per la presenza di “registi” che hanno messo a punto gli sbarchi con precisione certosina. Ma chi ha architettato questa regia occulta che governa il traffico di migranti?

La criminalità organizzata libica è sicuramente coinvolta, ma è altamente probabile che vi siano delle complicità addirittura da parte delle organizzazioni umanitarie, le cui navi accolgono e traggono in salvo i migranti al largo delle coste italiane. Si sospetta che vi siano degli accordi di natura economica fra i criminali libici che pianificano gli sbarchi e le Ong che si occupano del salvataggio in mare dei migranti.

Le navi umanitarie spagnole, francesi e tedesche si piazzano al confine delle acque territoriali libiche, raccolgono i migranti per poi farli sbarcare sulle coste italiane. Se i sospetti venissero confermati, ci troveremmo di fronte ad un enorme scandalo ordito da chi lucra sulla vita dei migranti, creando dei “corridoi umanitari privati” nel Mediterraneo, con la complicità di chi dovrebbe fornire aiuto e invece stringe patti economici col solo scopo di arricchirsi.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha