Il direttore del Sole 24 Ore si è autosospeso, ma la polemica non si placa

Il direttore del Sole 24 Ore si è autosospeso, ma la polemica non si placa

- in Italia, Polemica
590
0
551ee66d934d929305c398b18ac9d9f6-ka9F-U11001736444534ZoD-1024x576@LaStampa.it

Roberto Napoletano è indagato per false comunicazioni al mercato. I giornalisti della testata: “L’autosospensione non è sufficiente”. Prosegue lo sciopero

Il polverone che si è sollevato sulla direzione del Sole 24 Ore non accenna a placarsi e dopo quattro giorni di sciopero i giornalisti della testata proseguono la protesta contro il loro stesso direttore. Roberto Napoletano è indagato per false comunicazioni al mercato, e con lui gli ex vertici della società editoriale, e ha annunciato la sua decisione di autosospendersi dall’incarico, ritenuta però insufficiente dai giornalisti che lo accusano di aver compromesso la credibilità del giornale.

Da quattro giorni il Sole 24 Ore non esce nelle edicole e la situazione è destinata a protrarsi, almeno fino a quando non verranno accolte le richieste della redazione, che dice no a “soluzioni pasticciate, bisogna restituire dignità e prestigio alla testata”. Le indagini della procura di Milano nelle quali Napoletano è coinvolto insieme all’ex presidente del gruppo editoriale Benito Benedini e all’ex amministratore delegato Donatella Treu riguardano la situazione economica della testata, nello specifico i ricavi su copie digitali e copie cartacee

napoletano.jpg_1129917364

Per questo la rappresentanza sindacale dei giornalisti, vista la gravità della situazione, ha indetto lo sciopero fin quando Napoletano rimarrà alla direzione del giornale. E nel proclamare lo sciopero i giornalisti hanno anche lanciato un appello ai nuovi presidente e amministratore editoriale del gruppo, Giorgio Fossa e Franco Moscetti, affinché sollevino dall’incarico l’attuale direttore.

Nemmeno nei prossimi giorni, dunque, il Sole 24 Ore sarà in edicola in attesa delle decisioni da parte del consiglio di amministrazione straordinario che è stato convocato per risolvere la questione. La situazione, finanziariamente parlando, del giornale non è delle migliori: il patrimonio del gruppo risulta in negativo di 7 milioni di euro, e ancora più pesante è l’indebitamento finanziario che sfiora i 50 milioni di euro. Chi verrà dopo Napoletano sarà chiamato a gestire un contesto particolarmente difficile: il nome più gettonato al momento è quello di Alberto Orioli, attualmente vice-direttore.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha