Il 98% dell’energia del Costa Rica proviene da fonti rinnovabili

170

Il Costarica ha chiuso il primo semestre del 2015 con il 98.55 % di energia fornita da fonti rinnovabili. Questo segna una pietra miliare nella storia del paese secondo l’ Istituto Costaricano dell’ Elettricità (ICE).

Il Centro Nazionale di Controllo dell’Energia dell’ ICE ha reso pubblici dei dati che mostrano che la matrice energetica del paese era composta da vento, sole, acqua, energia geotermica e biomassa. Attualmente solo l’1,45% dell’energia consumata nel paese viene generata a partire da combustibili fossili.

Nel 2014 il paese utilizzava centrali termiche che lavoravano partendo da combustibili fossili per generare il 10,34% della sua elettricità totale. Per la fine di questo anno si spera di poterlo ridurlo fino allo 0,9%.

Nel primo semestre del 2015 la produzione di energia è stata ottenuta per un 73,26% da centrali idroelettriche, per il 13.05% dall‘energia geotermica (calore del suolo), un 10.86 % attraverso l’energia eolica, l’ 1,36% dal solare e uno 0,02% a partire dallabiomassa, tutto rinnovabile. L’ 1,45% restante viene dalla generazione termica, che non è una fonte rinnovabile.

Il paese ora punta a incitare l’uso dell’energia solare fotovoltaica per i domicili privati che in paesi come Germania, Cina o Stati Uniti ha riscosso un notevole successo, permettendo di migliorare le matrici energetiche, e riuscendo ad ottenere energia più pulita ed economica.

In Italia la percentuale di energia proveniente da fonti rinnovabili si aggira intorno al 22.2%, di cui il 15.8 % ricavato dall’idroelettrico.
Vi state chiedendo come ha fatto il Costarica a permettersi questi investimenti? La risposta è semplice e coraggiosa: fin dal 1949 il Costarica ha abolito l’esercito, quindi non ha spese militari da più di sessant’anni. I soldi risparmiati sono stati investiti in maniera intelligente su fonti rinnovabili e nella riforestazione. (Il Costarica è uno stato di 4 milioni di abitanti ma è diventato il primo al mondo per la percentuale di riforestazione).

Il Costarica ci mostra come l’obiettivo dell’energia pulita non sia un’utopia e debba anzi essere una priorità anche per l’Italia. Le risorse non rinnovabili sono arrivate al termine. Non c’è più tempo da perdere.

 

 

 

 

 

 

http://www.dionidream.com/il-98-dellenergia-del-costarica-proviene-da-fonti-rinnovabili/