Igiene intima e salute: consigli utili e rimedi naturali

150
igiene-intima

La salute parte anche da una corretta igiene intima: ecco i consigli per lui e per lei e alcuni utili rimedi naturali per una detersione delicata ma efficace.

Un’accurata pulizia del proprio corpo contrasta la proliferazione dei batteri e di ogni genere di microrganismo sulla pelle. Questo discorso vale anche per le parti intime. Proprio l’igiene intima può rivelarsi a dir poco cruciale per la salute dell’organismo. Ecco quali sono le regole di cui tenere conto per una corretta igiene delle parti intime.

Uomini e donne hanno necessità differenti

In primo luogo, è fondamentale tenere conto del fatto che dell’igiene intima si dovrebbe parlare anche con il proprio medico di base o, addirittura, con un dermatologo. Solo in questo modo, infatti, si potrà dare seguito ad una pulizia corretta e funzionale. La pelle e le mucose delle parti intime sono molto sensibili e, in alcuni casi, potrebbero necessitare di trattamenti particolari. Entrando più nello specifico, quando si parla di questa pratica quotidiana si fa riferimento esclusivamente alle seguenti parti del corpo: genitali, inguine ed area anale. L’anatomia maschile è diversa da quella femminile e, pertanto, è importante fare delle distinzioni per quanto concerne l’igiene intima.

igiene-intima

Buone regole di igiene e pulizia

L’igiene intima dovrebbe essere una routine quotidiana sia per uomini che per donne, ma senza esagerare. Salvo specifiche indicazioni di uno specialista, infatti, meglio evitare lavaggi troppo frequenti in quanto si correrebbe il rischio di irritare epidermide e mucose. Vi è inoltre il rischio di aggredire in maniera eccessiva la flora batterica ed esporre il corpo ad infezioni. Da non dimenticare un’accurata detersione dopo un rapporto sessuale o in caso di esposizione ad agenti esterni quali sabbia, polvere, salsedine o altro.

Per le donne…

Per quanto riguarda le donne, la cosa migliore è lavare separatamente la parte inguinale e genitale da quella anale. Solo così si avrà la possibilità di evitare che i batteri si depositino sui genitali, provocando infezioni come, ad esempio, la cistite o la candida. L’ideale sarebbe impiegare un detergente che rispetti il pH di mucose e pelle, risciacquando con acqua tiepida. Durante il ciclo mestruale, com’è ovvio, sarà necessario provvedere alla pulizia più volte al giorno, anche per evitare la formazione di cattivi odori. Discorso diverso per quanto riguarda l’igiene interna: in questo caso bisogna rivolgersi sempre ad uno specialista. Le lavande vaginali, a meno che non siano presenti disturbi specifici, non sono necessarie, in quanto in condizioni di salute l’ambiente uterino è pressoché sterile.

igiene-intima

E per gli uomini

Anche gli uomini, durante la fase della pulizia, dovrebbero separare la zona del pube e dei genitali da quella anale in modo tale da evitare il trasporto di batteri pericolosi per la salute. Generalmente l’apparato genitale maschile è meno soggetto a infezioni urinarie e cistiti per via dell’uretra più lunga rispetto a quella femminile. Tuttavia, i batteri presenti nell’area anale potrebbero essere di maggior numero poiché si tratta di una zona colma di ghiandole sebacee. Anche in questo caso, per la pulizia, occorre utilizzare detergenti che rispettino il pH della pelle. Una particolare attenzione sarebbe da riservare alla pulizia di glande e prepuzio, rimuovendo delicatamente ogni impurità. Da non dimenticare l’area scrotale, da detergere attentamente in modo da eliminare eventuali residui sebacei aiutandosi con acqua tiepida.

igiene-intima

Rimedi naturali delicati sulle parti intime

Senza alcun dubbio, un’ottima soluzione è rappresentata dai cosiddetti rimedi naturali. Un lavaggio a base di camomilla o di bicarbonato, ad esempio, può rivelarsi molto utile per ristabilire l’equilibrio intimo. Per la pulizia quotidiana, poi, si potrebbe utilizzare anche il sapone di Marsiglia o di Aleppo, ideali per detergere delicatamente. Sono particolarmente consigliati sono anche la calendula ed ogni genere di sapone a base di amido di riso.

La scelta della biancheria

Per quanto riguarda, infine, la biancheria, è necessario sceglierla traspirante. Le parti intime per la maggior parte del tempo sono coperte e proprio per questo motivo i tessuti dovrebbero consentire alla pelle di respirare al fine di evitare che i batteri possano proliferare indisturbati. L’ideale sarebbe scegliere biancheria in cotone o, comunque, in tessuti naturali oltre che non troppo aderenti.

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Rimedi naturali contro la puzza di sudore

Acqua e sale, come e quando usarli insieme per disinfettare